#telefonocasa: il telefono del futuro

ADV

Smartphone e cloud Il telefono, oggetto tanto amato quanto odiato… Squilla sempre nel momento in cui non riusciamo a rispondere, quando siamo rientrati a casa con la spesa e i figli strillanti o quando la cena è sul fuoco e i bambini giocano nella vasca (allagando il bagno). Eppure non sappiamo farne a meno: le chiacchiere con le amiche, la telefonata alla mamma, lo sfogo con le colleghe.

E se il telefono di casa è fondamentale, ancora più invasivo è il cellulare!

Ogni mamma ha il suo stile, quelle in modalità multitasking che non mollano il telefono neanche mentre ti stanno parlando, quelle che mostrano fastidio sempre e comunque quando il telefono squilla, quelle che chattano compulsivamente come in piena fase adolescenziale.

Questo il presente… Ma come sarà il telefono di casa del futuro?

Il mio telefono ideale dovrebbe avere una funzione “estensione di memoria telepatica”, nel senso che mi dimentico tutto e mi farebbe comodo un telefono che mi ricordasse le cose in modo intelligente: basta pensarlo e il telefono memorizza le scadenze importanti, la lista della spesa e magari anche il compleanno della suocera… Anzi, alla suocera telefona direttamente per farle gli auguri, con un messaggio pre-registrato uguale tutti gli anni!

Altro dramma casalingo: la cena. Non sono abbastanza organizzata per programmare cosa cucinare il giorno seguente, quindi ogni sera improvviso. Il mio telefono del futuro dovrebbe registrare in automatico quello che viene introdotto in casa con la spesa, propormi ogni giorno un menu diverso (tenendo conto dei gusti di tutta la famiglia) e ricordarmi di scongelare eventuali ingredienti surgelati.

E veniamo alla gestione dei figli: non sarebbe male un telefono che li sappia intrattenere in modo intelligente. Qualche app anche dal telefono di casa per giocare o, ancora meglio, per studiare in modo divertente… Magari collegato al telefono della prof, che suggerisce le app migliori per approfondire e consolidare quanto imparato a scuola.

A questo punto manca solo il marito: per lui, in realtà basta e avanza il telefono nomale… rispondesse almeno una volta, quando c’è bisogno di lui!

Dal telefono di casa del futuro vorrei che:

  • avesse una funzione di memoria telepatica per ricordarsi ciò che io dimentico
  • telefonasse alla suocera tutti gli anni per il suo compleanno
  • facesse il check degli ingredienti in dispensa
  • proponesse un menu quotidiano
  • avesse delle app per intrattenere in modo intelligente i figli

Ed ecco come i miei figli, Cecilia e Lorenzo, hanno disegnato il telefono del futuro!

Disegno del telefono del futuro

Il telefono del futuro disegnato da un bambino

di EB

Questo post è offerto da Gigaset, il telefono per la famiglia

gigaset

Scrivi un commento