Da 5 ottobre 2017 Articolo con sponsor 1 commento Leggi tutto →

Terme di Comano in Trentino, dove curare la pelle è una vacanza

Terme di Comano castello nel parco

É possibile curare la pelle di un bimbo e nello stesso tempo divertirsi tanto da sentirsi in vacanza? Sì, è possibile.
Le Terme di Comano, struttura specializzata per la cura della dermatite atopica, offrono proprio questa possibilità. Claudia, mamma di Enea, ha vissuto per noi l’esperienza. Una settimana per lei e il suo bimbo affetto da dermatite atopica trascorsa tra visite, cure, giochi, attività e piacevoli momenti immersi nella natura.
Chi segue la nostra pagina Facebook avrà avuto modo di seguire la settimana che Claudia ha trascorso durante il mese di luglio, ma ecco cosa ci ha raccontato.

terme di Comano dermatite atopica

Una settimana alle Terme di Comano

Ho avuto questa opportunità e non me la sono lasciata scappare. Enea ha 6 anni, ma soffre di dermatite atopica da quando era piccolissimo. L’idea di sottoporsi a visite e cure all’inizio non gli era molto congeniale, ma quando ha capito che saremmo stati io e lui insieme per una settimana, ospiti di un bell’albergo, in un posto pieno di verde, di boschi, di possibilità di vivere avventure, ha cambiato subito idea.
Le aspettative erano tante, e non sono state deluse, sia dal suo punto di vista che dal mio, e ora vi spiego a punti perché, raccontandovi quello che abbiamo vissuto.

1. Il posto è bellissimo

terme di comano panorama

Le Terme di Comano sono un centro termale situato in Trentino, ai piedi delle Dolomiti di Brenta: verde, boschi, corsi d’acqua e montagne sono stati l’accompagnamento della nostra settimana. L’ideale per rilassarsi da una parte e per ossigenarsi e mantenersi in forma dall’altra.
Per quanto riguarda il soggiorno, l’offerta è ampia e variegata: ci sono numerosi hotel, residence, b&b e appartamenti vicino al centro termale, adatti a tutte le esigenze.

terme comano
Ci ha ospitati l’Hotel alla Posta, che ha fatto di tutto per farci sentire a nostro agio: dai letti comodissimi alla colazione da re alla mattina, dalla gentilezza del personale al cibo preparato e servito con cura tutto ha contribuito a rendere speciale la nostra settimana. Ci siamo sentiti come a casa grazie al calore e all’accoglienza della famiglia Guetti. Tania con il figlio Davide ci hanno fatto sentire parte della loro famiglia ed è stato davvero bellissimo.

2. Le cure termali sono molto piacevoli

In fondo ciò che interessa a un genitore è proprio questo: riuscire ad alleviare almeno un po’ il fastidio che la dermatite provoca nei figli, soprattutto il prurito e l’arrossamento.
Io sono andata alle Terme di Comano con questa speranza e sono rimasta piacevolmente stupita da come si svolge tutto l’iter delle cure.
Il primo giorno siamo stati ricevuti dal dottor Ermanno Baldo, direttore del nuovo settore pediatrico delle Terme, che ha visitato Enea e ha stabilito per lui la quantità dei bagni ideale e la loro durata.

terme di comano visita medica
Le terme sono note per curare i problemi della pelle (dermatite atopica ma anche eczemi e psoriasi di grandi e piccoli) attraverso la balneoterapia, ovvero attraverso i bagni termali.
I bambini hanno a disposizione un reparto tutto dedicato a loro. Dopo il bagno il personale medico e infermieristico applica sulla pelle ancora umida dei bambini una crema emolliente che non fa altro che creare una barriera che trattiene l’acqua all’interno della pelle, per mantenerla idratata più a lungo. Più acqua rimane nella pelle e meglio è, perché il prurito diminuisce e il bambino non si gratta più.

Niente farmaci, quindi. Solo acqua termale e crema emolliente. E, non lo nego, questo mi ha fatto molto piacere, perché non mi piace l’idea di dover sempre curare mio figlio con creme al cortisone.
Ciò che mi è piaciuto di più di tutto il percorso di cure è che siamo sempre stati seguiti con competenza e gentilezza. In più per noi genitori c’è un giorno particolare, il mercoledì, in cui si ha la possibilità di partecipare alla scuola dell’atopia, durante la quale imparare come gestire al meglio la dermatite atopica dei nostri figli. Si possono fare domande agli specialisti, ma anche confrontarsi con gli altri genitori. E’ un modo bellissimo per condividere le proprie esperienze e imparare cosa è più utile fare per il proprio bambino.

Le attività emozionanti

Curarsi ed essere in vacanza, questo è ciò che abbiamo sperimentato. Ci siamo sentiti in vacanza grazie alla gentilezza e al trattamento che ci ha riservato l’hotel, per le passeggiate che abbiamo fatto nel meraviglioso parco in cui il centro termale è immerso. Enea ha passato bellissimi momenti a giocare con altri bambini su e giù per il castello della Sibilla, che si trova proprio al centro del parco delle terme. E che dire del trenino con il quale girare allegramente per tutta la valle con alla guida il mitico Fausto?
Ci siamo sentiti in vacanza anche perché le attività che si possono fare sono tantissime, una più entusiasmante dell’altra.
Enea ha raccontato a tutti l’escursione chiamata Sulle tracce delle fiabe: attraverso il bosco siamo arrivati al bellissimo lago di Nembia in compagnia di due simpatici cacciatori di fiabe, Mauro e Maurino, che lavorano spesso con le streghe buone della valle del Banale.

terme di comano escursioni
Abbiamo cercato e trovato i segni delle fiabe e siamo arrivati fino alla capanna di paglia del più piccolo dei tre porcellini, fiaba che ci è stata sceneggiata dai due animatori. Immersi nel clima di fiaba i bambini hanno camminato per due ore, senza accorgersene.
Dalle fiabe agli antichi mestieri. Durante il nostro soggiorno siamo anche riusciti a scoprire meglio sia i borghi della valle che gli antichi mestieri di chi la abitava, come quello della produzione della lana. Che emozione per i bambini partecipare al tutte le fasi della filiera della lana, toccandone con mano i passaggi! Per non dire poi dell’emozione dell’accarezzare pecore e agnelli o anche asinelli!

terme di comano filiera lana
Insomma, la nostra settimana alle Terme di Comano è stata ampiamente promossa da Enea, che ha fatto volentieri i bagni termali e si è divertito tantissimo e anche da me, che per non essere da meno di Enea mi sono concessa un fantastico massaggio con Barbara, una delle tante operatrici che si possono trovare alle Terme. I benefici ci sono stati, sia dal punto di vista medico, che dal punto di vista del relax e del divertimento. Ci torneremo di sicuro!

 

1 Comment on "Terme di Comano in Trentino, dove curare la pelle è una vacanza"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Elisa Ottini scrive:

    Buongiorno vorrei sapere un preventivo per un fine settimana Grazie. Siamo due adulti più una bimba di 4anni e un neonato di tre mesi

Scrivi un commento