Test di gravidanza negativo: quando ripeterlo?

ADV

Test di gravidanza negativo

Davanti a un test di gravidanza negativo ad alcune donne sorgono dei dubbi “sarà veramente tale?”.

La domanda è lecita soprattutto quando si hanno serie perplessità sull’attendibilità del suo esito. Vuoi per i sintomi di una gravidanza, vuoi perchè il risultato non convince, oppure perchè il test casalingo non è stato effettuato bene.

Test di gravidanza negativo: il falso negativo

I test di gravidanza casalinghi che si trovano oggi in commercio, se usati correttamente sono molto attendibili.

Questo tipo di test è in grado di rilevare nelle urine la presenza dell’ormone Gonadotropina Corionica Umana o HCG che comincia ad essere prodotto, nell’organismo materno, solo dopo il concepimento.

La presenza di questo ormone e soprattutto la sua quantità è molto variabile e cambia da donna a donna, per questo in alcuni casi il test di gravidanza può dare un falso negativo, ossia non rilevare una bassa percentuale di ormone pur in presenza di un concepimento.

Il falso negativo  è infatti un test di gravidanza negativo  anche se la gravidanza è appena iniziata.

Test di gravidanza negativo: alcuni consigli

L’unico modo per scoprire se il test di gravidanza negativo è reale, e quindi se si è incinta o meno, sta nell’effettuare un prelievo con gli specifici esami del sangue e una visita ginecologica.

Nell’attesa di scoprire tale esito è preferibile non assumere farmaci potenzialmente dannosi per il feto, tra cui anche la pillola anticoncezionale.

Ti consigliamo la visione del video in cui l’ostetrica Valeria Pitotti parla del test di gravidanza negativo e suggerisce che cosa fare.

Il video è stato realizzato da Blogmamma in collaborazione con Openminds

Normalmente, il test casilingo può mostrarsi fallace quando:

Il test è stato fatto troppo precocemente: le concentrazioni di Beta HGC non sono ancora sufficienti per consentirne la rilevazione
• Il test non è stato effettuato correttamente: bisogna che il tampone stia sotto il flusso di urina per almeno 3 secondi. Verificate che la finestra di controllo dia il segnale che il test è valido
• L’urina è troppo diluita (forse perché avete bevuto troppo prima di fare il test) e quindi non si raggiunge la concentrazione cui il test è sensibile: meglio fare il test con la prima pipì del mattino.
State assumendo farmaci contenenti carbamazepina o menotropina, che possono influire sul risultato del test
• Il test è scaduto o non è stato conservato correttamente.

In ogni caso, in caso di test negativo, è sempre prudente ripetere il test dopo alcuni giorni,

Articoli consigliati

1 Comment on "Test di gravidanza negativo: quando ripeterlo?"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. sara scrive:

    Ciao avrei bisogno di un consiglio, aspettavo il mio ciclo il 12 novembre e sono abbastanza regolare…raramente ho ritardi e ancor più raramente di cosi tanti giorni.
    ho avuto rapporti completi cn il mio compagno dal 6/11 in poi tutti i giorni quindi ho il dubbio di aver ovulato tardi e di essere rimasta incinta qualche gg prima del ciclo. Ho rffettuato due test clear blu entrambi negativi. La mia domanda è? Può essere che dopo cosi pochi gg nn rilevi ancora l’ormone? Domani ho la visita dal ginecologo e sicuramente mi farà un eco interna potrebbero esserci problemi con la visita se sono incinta? E soprattutto lui riesce a vedere se sono incinta da cosi poco? Aspetto risposta aiutatemi grazie mille

Scrivi un commento