Trattamenti di bellezza in gravidanza: ecco cosa serve sapere

ADV

trattamenti di bellezza in gravidanza

I trattamenti di bellezza durante la gravidanza consentono alla gestante di prendersi cura del proprio corpo, aiutandola ad affrontare al meglio i cambiamenti fisici che la gravidanza comporta. Spesso, però, si pensa che i trattamenti di bellezza siano da evitare perché pericolosi: attorno ad essi gravitano dei luoghi comuni che, durante un corso preparto, un’ostetrica può chiarire, spiegando alla donna in dolce attesa cosa è consigliato non fare ed in quale periodo della gravidanza è meglio prestare attenzione.

Manicure e pedicure in gravidanza

Uno dei trattamenti di bellezza a cui la donna spesso non riesce a rinunciare è la manicure/pedicure: durante la gravidanza non è necessario sospendere del tutto questo trattamento, però bisogna tenere in considerazione alcune regole fondamentali per evitare infezioni ed irritazioni. A parte i primi tre mesi, che rappresentano il periodo più delicato, si può procedere al trattamento di manicure o pedicure, avendo ben cura di non respirare sostanze irritanti, ed accertandosi che gli strumenti utilizzati dall’estetista siano correttamente sterilizzati. Inoltre, è sconsigliata l’applicazione di unghie finte, in quanto la colla potrebbe essere dannosa; da evitare, inoltre, che le sostanze entrino in contatto con le cuticole, perché ciò potrebbe provocare infezioni e la proliferazione di batteri.

Depilazione in gravidanza

Anche per quel che riguarda altri trattamenti di bellezza è sufficiente seguire alcune regole, senza dover necessariamente rinunciare alle coccole di bellezza che spesso alimentano l’autostima della futura mamma in una fase delicata della vita: per esempio, non si deve rinunciare alla depilazione. La scelta del tipo di cera da utilizzare dovrebbe propendere per quella a freddo, in quanto la cera calda potrebbe provocare uno stress ai vasi capillari; via libera invece all’utilizzo della crema depilatoria, anche se l’uso dovrebbe essere limitato proprio per evitare che le sostanze chimiche possano provocare irritazioni. Per quanto riguarda il rasoio, esso dovrebbe essere utilizzato con la massima attenzione per evitare tagli sulla pelle, mentre la depilazione definitiva è sconsigliata durante la gravidanza.

Massaggi in gravidanza

Cosa c’è di meglio per rilassarsi, se non una bella dose di coccole e massaggi? Via libera anche ai massaggi, che grazie al loro effetto linfodrenante aiutano a gestire al meglio il gonfiore tipico della gravidanza, ma sono da evitare i massaggi che coinvolgono la zona della pancia.

Tinte e coloranti per capelli

Un altro mito da sfatare riguarda anche l’uso di tinte e coloranti per capelli: è sconsigliato solo durante i primi tre mesi della gravidanza, che richiedono una particolare attenzione perché sono i mesi più delicati per lo sviluppo del feto, ma dopo questo periodo è possibile sottoporsi ad una seduta dal parrucchiere, fermo restando che è necessario avvisare del proprio stato. Ad oggi esistono tinte prive di ammoniaca e di sostanze tossiche, perciò il trattamento non è pericoloso; per quanto riguarda i colpi di sole, anch’essi non sono banditi perché, non entrando in contatto con la cute, gli agenti chimici non comportano pericoli. L’henné è un trattamento naturale, e pertanto consigliato in caso di gravidanza, ma c’è il rischio che la futura mamma sia colpita da dermatite da contatto.
I trattamenti di bellezza, pertanto, non devono essere eliminati dal proprio calendario, ma è importante comunque chiedere consiglio al proprio ginecologo.

Se vuoi avere informazioni sulle attività per mantenerti in forma durante la gravidanza, visita Ok Corso Preparto!, all’indirizzo www.corso-preparto.it, il motore di ricerca numero 1 per i corsi preparto in Italia!

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Scrivi un commento