Una tecnica per decorare la cameretta del bambino: lo stencil

ADV

cameretta bambino

Primavera, tempo di grandi pulizie e di giardinaggio, momento in cui la voglia di rinnovare la propria casa si fa più forte. Se poi c’è un bebè in arrivo o avete in mente di trasferire la culla del vostro piccolo dalla camera matrimoniale alla sua nuova cameretta, se amate il bricolage e il fai da te, allora è probabile che vogliate cimentarvi nel decorare le pareti della cameretta per renderla allegra e accogliente, adatta a trascorrere insieme al vostro bambino ore serene.

Ho un’amica che ha un’intera parete della camera dei figli affrescata con una scena dal Tarzan Disney, ma il lavoro è stato eseguito da un diplomato all’accademia di belle arti!

Chi non lo è, può comunque ottenere dei risultati eccellenti con una tecnica molto diffusa e molto versatile, lo stencil, con la quale si possono decorare pareti, mobili, magliette e oggetti in tessuto, piastrelle, stoviglie in ceramica. Lo stencil, infatti, prevede l’uso di mascherine che vengono riempite di colore.

Ma vediamo di cosa ha bisogno chi si vuole cimentare in questo dipo di decorazione e come fare per procedere.

Occorrente per decorare con lo stencil

  • mascherine di cartone o, meglio, di carta acetata. Si trovano già pronte in commercio oppure si possono creare ad hoc disegnando ciò che vogliamo o scaricando e fotocopiando dei cartamodelli
  • nastro adesivo di carta
  • taglierino
  • metro
  • gomma e matita morbida
  • spugna
  • colori
  • pennelli
  • carta assorbente
  • piatti di plastica

Se desideriamo creare noi stessi delle mascherine, basta copiare un disegno fatto da noi o un cartamodello, tenendo i fogli di carta acetata ben stesi, fissandoli con il nstro adesivo. Completato il disegno, si passerà il taglierino nei bordi e lo si rimuoverà.

Come decorare una parete con lo stencil

Come fare per decorare una parete?  Basta tracciare con una matita morbida una linea lungo tutta la parte da dipingere, segnare il mediano e calcolare quante volte ripetere il motivo. Una volta terminato il progetto, fissate la mascherina alla parete con il nastro adesivo. Spolverate la parete con un po’ di bicarbonato, così il nastro eviterà di rovinarla troppo.

Ora bisogna stabilire i colori che volete utilizzare e il tipo di tecnica.

Solitamente per grosse porzioni più che il pennello, è più semplice usare la spugna. Basterà inumidirla con un po’ di acqua (infilatela in una bacinella e poi strizzatela) e immergerla nel colore con l’intero lato e picchettarla sulla parete. Lasciare asciugare per qualche istante, staccare la mascherina e ripetere l’operazione.

Potrete seguire la cornice della porta e delle finestre e dipingere pesci o paperette o anche solo cuoricini, oppure a un metro e mezzo da terra fare una greca e la cameretta sarà già  più allegra e accogliente.

Ma se volete cimentarvi in qualcosa di più complesso, vi segnalo questo bellissimo sito americano. Un papà artista e visual designer che con l’arrivo del secondo figlio ha avuto l’idea di creare una serie di disegni facilmente realizzabili con lo stencil, per ottenere delle camerette coloratissime. Sul sito troverete diverse scelte, accompagnate da spiegazioni. Io vi propongo solo alcune idee.

Un lettino immerso nella giungla

Per piccole principesse...

Nella vecchia fattoria…

Potrete ordinare ciò che più vi piace, spediscono anche in Italia, e mettere al lavoro tutta la famiglia!

Fonte:
howstuffworks.com
increation.blogspot.com
avaliving.com
mywonderfulwalls.com

Articoli consigliati

Scrivi un commento