Vacanza in gravidanza: 10 consigli

ADV

Vacanza in gravidanza

Estate tempo di viaggi ma come ci si organizza per una vacanza in gravidanza? Spesso soprattutto quando si è in attesa del primo figlio ci si fa prendere dall’ansia e dalle paure e si tende a scegliere tragitti molto brevi e talvolta si rimane a casa per evitare controindicazioni e problemi.

Se una donna è in salute la vacanza in gravidanza non solo è possibile ma indispensabile. Perchè privarsi di giornate al mare o in montagna, di relax e coccole con il proprio partner? Leggete i nostri consigli, preparate la valigia e buone vacanze!

I 10 consigli per una perfetta vacanza in gravidanza

  1. Prima di partire visita dal  ginecologo. Prima di una vacanza in gravidanza è bene fissare una visita ginecologica per discutere anche con il medico l’opzione viaggio, per trovare insieme quello più adatto al proprio stato di salute. Generalmente una volta superati i primi tre mesi, i più difficili, non vi è nessuna controindicazione a viaggiare sia in macchina, treno, nave e aereo. A partire dall‘ottavo mese è meglio non andare troppo lontano, anche perchè le compagnie aeree hanno specifiche restrizioni (generalmente si può viaggiare sino alla 36° settimana). Quindi si a vacanze ma a medio raggio, facilmente raggiungibili con poche ore di treno o macchina.
  2. Nei viaggi lunghi muovete le gambe. La voglia di arrivare nella località di villeggiatura è tanta ma quando si è incinta si è  più a rischio di trombosi venosa quindi nei viaggi lunghi a prescindere dal mezzo prescelto, occorre muovere le gambe. Piccoli esercizi di torsione delle caviglie e allungamenti, oppure mini passeggiate per sgranchirsi le gambe.
  3. Idratazione. Non dimenticare mai di bere è importante essere sempre ben idratate.
  4. Abbigliamento comodo. Scegliere abiti mordidi in tessuti naturali che lascino traspirare la pelle e calzature che non comprimano i piedi che potranno gonfiarsi durante l’immobilità del viaggio.
  5. Indossare la cintura di sicurezza. La cintura va sempre indossata a meno che il medico non certifichi il contrario. E’ importante assicurare la corretta posizione: la cinghia diagonale deve attraversare il torace e  quella inferiore poggi sulla parte inferiore dei fianchi, quindi poggi sulle cosce e non sul pancione.
  6. Braccialetti per ridurre mal di viaggio. Il mal d’auto, il mal di mare possono essere ridotti con i “braccialetti” che sfruttando i principi dell’agopuntura comprimono alcuni punti nevralgici dell’organismo e riducono la sensazione di nause.
  7. Portare la vostra cartella clinica. Non vi servirà, ma è bene portare con voi una copia degli esami clinici e medici effettuati sino a quel momento ed informarsi sulle strutture sanitarie presenti nella località di villeggiatura.
  8. Esporsi al sole nelle ore meno calde. Il sole in gravidanza fa bene, incentiva la produzione di vitamina D ma va preso nelle ore più fresche della giornata e opportunamente protette da una buona crema solare ad alta protezione.
  9. Fare sport. L’attività sportiva più indicata in una vacanza in gravidanza è il nuoto che non presenta controindicazioni. Per tutte le altre attività sportive vale la regola del grado di allenamento di ciascuna donna prima della gravidanza. Quindi si alle passeggiate, alla ginnastica dolce e allo yoga. Per tutte le altre regolarsi con il proprio medico.
  10. Assoluto relax. Godere del periodo delle vacanze per uscire dalla routine, rimuove ansie e stress accumulate durante l’anno lavorativo. Riposarsi, leggere, passeggiare, fare ciò che più piace. Approfittare della vacanza in gravidanza per vivere serenamente il proprio stato insieme al proprio partner e alle persone che si amano.

Buone vacanze e mandateci le vostre foto con il pancione.

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento