Vacanze: compiti divertenti tenendo un diario

ADV

Le  vacanze e i compiti: che incubo! Come siete messe, care mamme?  I vostri figli sono pieni di libretti di italiano-matematica-inglese-spagnolo da compilare? Hanno centinaia di fotocopie da colorare che alla fine passeranno a voi, provette disegnatrici? Vi siete fatte un calendario e, piene di buoni propositi, avete deciso che la prole deve sottoporsi al rito dei compiti delle vacanze dalle 9 alle 10 di tutti i giorni? Sperate in giornate di tempo uggioso da riempire con lunghe sessioni di studio?
Le insegnanti dei miei figli, per fortuna mia e dell’intera famiglia (nonni e amici compresi), hanno deciso di abbandonare da tempo i costosi libretti delle vacanze e di optare per delle semplici fotocopie con esercizi e spunti di lavoro. E i compiti di italiano, ad esempio, consistono in tanti esercizi di grammatica e di ortografia (che si fa bene a ripassare anche in quarta elementare!) e in produzione di testi. Perché non prendere spunto dalle maestre più fantasiose e anziché  sottoporre i bimbi a temi poco interessanti chiedere loro di tenere un diario delle vacanze?

In tanti lo abbiamo scritto e molti dei nostri bimbi lo avranno, magari, come compito delle vacanze.  In effetti secondo me è un modo bello, simpatico e divertente per esercitarsi nella scrittura, nell’elaborazione di testi. In più il diario delle vacanze diventa un modo per non dimenticare subito quello che si vive. In una società che è sempre più usa e getta, fermare le emozioni, descrivere ciò che si è visto e vissuto diventa un aiuto per i nostri bimbi a non dare nulla per scontato e a riflettere.

Come spronarli a tenere un diario? Fatelo insieme a loro! Cominciate procurandovi un quaderno a quadretti, abbastanza capiente: sono molto belli quelli con la copertina rigida e sono molto comodi quelli con la spirale. Cominciate a personalizzare il diario partendo proprio dalla copertina: potreste ricoprila con carta da pacchi che poi il vostro bimbo colorerà o dipingerà. Potreste seccare dei fiori (per sapere come costruire una pressa guardate qui) e incollarli nella copertina. Se avete una bimba che vuole provare ad imitarvi nel ricamo, scegliete per lei un piccolo e semplice schema a punto croce, aiutatela a realizzare il ricamo e incollate la tela aida al quaderno. Insomma, le idee sono tantissime, lasciate libero sfogo alla fantasia del vostro bimbo.

E poi, come andare avanti? A meno che per compito non debba fare dei testi particolari, chiedetegli di annotare tutto ciò che lo colpisce. Non è necessario scrivere tanto: basterà mettere la data e raccontare con parole, disegni, piccoli ricordi. Tutto si può mettere sul diario: fotografie, piccoli tesori, fiori secchi e sabbia del mare, biglietti di mostre e cinema. Che bello sarà tornare dalle vacanze e rileggere le avventure passate!

E se avete bisogno di consigli per i compiti dei vostri bimbi, non perdete gli appuntamenti della nostra amica Angela!

Fonte:

parentsconnect.com

crafts.kaboose.com

crafts4parties.co.uk

salemlibrary.info

Postato in: Bambino, Fai da te

2 Comments on "Vacanze: compiti divertenti tenendo un diario"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. angela scrive:

    Mio figlio che frequenta la quarta elementare ha tenuto un diario durante l’anno scolastico su richiesta dell’insegnante, in effetti come compito delle vacanze sarebbe stato molto più divertente.

    • LaLucy scrive:

      Anche secondo me! Mio figlio ha tenuto il diario nell’estate tra la terza e la quarta elementare e, una volta tornati a scuola, i bimbi hanno letto i diari dei loro compagni, ogni giorno uno ( e io, molto curiosa, mi sono divertita a leggerli tutti!)

Scrivi un commento