Viaggi in auto: qualche gioco da fare insieme

ADV

Le vacanze invernali sono già iniziate, ma tra Natale e Capodanno saranno in tanti a mettersi in viaggio per raggiungere le località di montagna o per fare un viaggio culturale nelle città d’arte o anche solo per raggiungere i parenti e festeggiare insieme a loro. Come abbiamo già visto i viaggi lunghi sono un vero e proprio strazio per i bimbi e un incubo per i genitori. Vediamo insieme qualche gioco da organizzare per passare il tempo e rendere meno dure le ore passate in macchina.

Decidiamo innanzitutto dove sederci. Se non siamo noi a guidare, valutiamo se ci conviene viaggiare davanti facendoci venire il torcicollo o se decidere di stare seduti vicino al nostro bimbo, nei sedili posteriori. Certo, se la famiglia è numerosa il problema non si pone: voi davanti, i figli ben legati dietro e un po’ di contorsioni da mettere in conto 🙂  Veniamo ora ai giochi.

  • Il gioco degli animali (o anche delle cose) : uno a turno pensa a un animale e deve rispondere alle domande degli altri concorrenti, che devono ovviamente indovinare ciò che è stato pensato. Le domande devono avere soltanto come risposte un sì o un no. Si procede a turno e chi indovina vince, diventando lui quello che pensa all’animale da indovinare.
  • Una variante di questo gioco è indovina chi: si pensa a un personaggio conosciuto ( un amico, un parente, una maestra, un personaggio famoso) e gli altri, attraverso le domande come quelle di indovina tentano di arrivare a capire chi sia.
  • gioco dei negozi: è adatto a chi sa scrivere e bisogna essere almeno in tre. Due giocano e uno fa l’arbitro. E’ necessario avere dei fogli e delle matite. Lo scopo del gioco è scrivere il maggior numero di parole di oggetti che iniziano con una determinata lettera e che si possono trovare in un determinato negozio. L’arbitro darà il via alla gara dicendo quale sarà il negozio e quale la lettera iniziale. Il gioco si svolge a tempo. I concorrenti dovranno scrivere le parole sul foglio. Al termine della manche ogni concorrente leggerà quello che ha scritto: ogni parola scritta in esclusiva (le altre squadre non l’hanno fatto) vale 10 punti, le parole trovate da più squadre valgono 5. Vince chi al termine delle manches ha un punteggio più alto. Questo gioco può durare parecchio, a patto che i concorrenti non siano particolarmente litigiosi e competitivi (potrebbero infervorarsi troppo e litigare, vanificando l’effetto benefico dei giochi e stordendo l’autista) e che non soffrano di mal d’auto

Per oggi terminiamo qua, nei prossimi post vedremo altri accorgimenti per rendere la permanenza in auto dei piccoli meno pesante. Buon viaggio!

 

Scrivi un commento