Viaggiare con bambini i consigli del pediatria

ADV

Viaggiare-con-bambini

Dovunque andrete che sia il mare o la montagna, la campagna o il lago è importante seguire pratici consigli per viaggiare con i bambini in sicurezza.

Alcuni consigli

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) suggerisce alcuni comportamenti e precauzioni da adottare quando si viaggia con i piccoli per vivere al meglio le tanto agognate ferie.

Protezione dal sole

Come spiega il Dott. Leo Venturelli referente per l’Educazione sanitaria e la comunicazione della SIPPS:

Se si trascorrono le vacanze al mare e in alta montagna i bambini devono sempre mettere una idonea protezione solare tipo 50 (schermo totale) almeno per i fototipi chiari e per tutte le esposizioni a diretto contatto con i raggi solari.

Ovviamente bisogna fare attenzione alle ore calde: al mare, dalle 13.00 alle 16.00-17.00, si deve evitare l’esposizione diretta, soprattutto per i più piccini, anche per possibili colpi di calore e insolazioni.

E infine ricordarsi di far bere spesso il bimbo per via della traspirazione, che con il caldo secco potrebbe non essere percepita.

 Accortezze al mare

Come precisa il Dott. Piercarlo Salari, responsabile del gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità SIPPS:

Ricordare sempre di risciacquare sotto l’acqua corrente il bambino dopo il bagno in mare, la sua pelle  è particolarmente delicata.

Allo stesso modo non dimenticate maglietta, cappellino e occhiali con lenti UV certificate, da utilizzare anche sotto l’ombrellone o durante le passeggiate: i raggi solari, infatti, vengono riflessi dalla sabbia, dall’acqua e perfino dai prati ed è bene non trascurare questo dettaglio.

Contro le scottature

Le scottature vanno considerate e trattate come delle ustioni di primo grado e quindi si possono curare con creme anti arrossamento e lenitive.

In alcuni casi è utile anche la crema al cortisone, sempre sotto parere medico.

Allo stesso tempo ci si deve rivolgere al medico se la pelle scottata tende a gonfiarsi e riempirsi di liquido: in tal caso, si parla di flittene, è consigliabile mettere un fazzoletto bagnato freddo sulla lesione e poi rivolgersi a un medico.

Insolazioni

Se il bambino ha un colpo di calore in seguito a una insolazione è bene condurlo in un luogo fresco e ventilato, farlo bere e fargli delle spugnature di acqua fredda.

Punture di insetto

Se il bambino viene punto da un insetto, è utile contrastare soprattutto il prurito, per evitare che, grattandosi, si procuri microlesioni ad alto rischio di sovrainfezione.

Congestioni

Per evitare le congestioni è meglio evitare di fare bagni in acqua fredda e senza che si tocchi il fondo dopo pasti abbondanti; non è invece controindicato giocare in acqua calda o sul bagnasciuga dopo aver mangiato.

Igiene

Ricordate che anche in vacanza non bisogna mai dimenticare il rispetto delle norme igieniche.

Lavarsi le mani è un gesto semplice e una pratica che riduce la trasmissione di agenti infettivi, soprattutto quando si utilizzano servizi igienici, si scambiano giochi o ci si reca a tavola.

Per avere ulteriori consigli su come viaggiare con bambini leggete pure questo post.

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento