Da 18 novembre 2011 0 commenti Leggi tutto →

Video: Congelamento embrionario: a cosa serve

ADV

La legge 40 del 2004 prevedeva la possibilità di congelare gli embrioni solo in caso di giustificata motivazione clinica (es. rischio di iperstimolazione ovarica).
Recentemente, con la sentenza 151 del 2009, la corte costituzionale ha tuttavia modificato alcune disposizioni, permettendo la possibilità di creare e congelare embrioni soprannumerari.

In questo modo, qualora il primo transfer non vada a buon fine, sarà possibile procedere ad un ulteriore tentativo utilizzando gli embrioni congelati, senza la necessità di stimolare ulteriormente le ovaie.

Le attuali disposizioni non indicano limitazioni di tempo per il congelamento, se non quello fisiologico della coppia. E’ consentita anche la coltura in laboratorio degli embrioni fino ad uno stadio più avanzato, quello di blastocisti, che prevede una selezione maggiore degli embrioni da trasferire, migliorando le percentuali di impianto e quindi di gravidanza.

Video a cura di Blogmamma in collaborazione con Openminds corsi pre-parto

Scrivi un commento