Le verdure non dovrebbero mai mancare nella dieta dei bambini in quanto ricche di sali minerali e fibre ma anche di vitamine se cotte al vapore. In realtà spesso i bambini non le gradiscono molto o addirittura si rifiutano di mangiarle. Ma con qualche trucco e tanta pazienza si può riuscire ad insegnargli a mangiarle!

L’odore è il motivo per cui difficilmente i bambini gradiscono i cavoli, i broccoletti e la cipolla, mentre, facilmente sono attratti dal profumo delle erbe aromatiche. Pure la consistenza è molto importante, infatti spesso i bambini preferiscono le verdure crude, magari tagliate a pezzettini, a quelle cotte. Si divertono molto a mangiare le carote à la julienne, i pezzetti di verdura da intingere nel pinzimonio o le insalate dal gusto dolce come la lattuga, i finocchi, i pomodori e i cetrioli.

E allora cosa fare?

– per prima cosa armarsi di tanta pazienza ed offrire al bambino un piatto di verdura spesso, magari in piccole dosi;
abituarlo a mangiare verdura sin dallo svezzamento;
evitare di essere troppo insistenti;
non far percepire al piccolo le verdure come contorno, in quanto il contorno sembra essere un piatto accessorio del quale si può fare tranquillamente a meno. Per questo motivo è bene, sostituire qualche volta il primo con un bel piatto di verdure;
– cercare di presentare i piatti di verdura simpaticamente dando sfogo a tutta la propria fantasia trasformandole così in piatti belli da vedere e gustosi da mangiare. L’alternativa potrebbe essere quella di mettere nel piatto le verdure con un po’ del cibo preferito dal piccolo, unendole magari al primo e dando il buon esempio, cioè mangiandole noi genitori per primi;
far prendere confidenza al bimbo con le verdure, magari tramite il gioco e quindi utilizzandole per costruire simpatici pupazzi ad esempio per il corpo utilizzate un cetriolo o una zucchina, i semi di mais possono diventare gli occhi e con una foglia di lattuga potete creare un cappellino;
mascherare le verdure sotto forma di purè magari ricoperto con formaggio grana; provare a gratinare le verdure, sempre molto gradite ai bambini, e così si possono far apprezzare zucchine, biete, spinaci uniti a latte e formaggio; le verdure farcite attirano l’attenzione del piccolo e così le zucchine potrebbero essere riempite con carne macinata, pesce, riso aggiungendo al ripieno altra verdura; le verdure crude possono essere sfruttate invece per il loro colore. Ad esempio, le carote grattugiate sono più allegre se mischiate a verdure di colore verde, la lattuga è più simpatica se tagliata a striscioline sottili e cosparsa di tuorlo d’uovo sodo sbriciolato;
– anche cucinare insieme è un ottima soluzione così si coinvolge il bambino spingendolo ad assaggiare quello che è stato “creato” insieme alla mamma.

Anche con il mio marmocchietto c’è voluta tanta pazienza ed ancora oggi qualche verdura non riesco a fargliela mangiare…ma molto spesso mi sono inventa la famigerata zuppa di coccodrillo piena e strapiena di tutte le verdure dell’orto (zucchine comprese che lui non ama affatto) e chissà perché il coccodrillo cotto e frullato quello siii che è buono!!!!

E i vostri figli che rapporto hanno con le verdure? Raccontateci anche qualcuno dei vostri trucchetti in modo da poter aiutare qualche mamma disperata!!!!

Immagini:
ogigia.com
unafinestradifronte.blogspot.com
bimbomarket.blogspot.com
tempodicottura.it