Circa 1 bambino su 3 nasce con delle voglie di vario tipo sul corpo e tra questi, 1 su 100 necessita dell’intervento da parte del medico. Le voglie possono avere dimensioni e colori diversi, dal giallo pallido al blu scuro. Non sono dolorose e raramente sono pericolose. Vediamo insieme quali gli angiomi più frequenti.

Il morso della cicogna
Una piccola macchia rosa, detta anche “chiazza salmone”, piatta che non cresce di dimensioni. Non c’è bisogno di alcuna cura e di solito scompaiono prima che il bambino abbia compiuto di due anni.

Angiomi tuberosi
Sono in rilievo e piuttosto vistosi. Di colore rosso vivo, compaiono due o tre settimane dopo il parto. Poiché dipendono da un’abbondante produzione di capillari, possono aumentare nei primi sei-nove mesi di vita del bambino, per poi riassorbirsi entro un periodo che va dai tre ai sei anni. Compaiono soprattutto sul viso o sul collo, ma possono interessare anche altre zone del corpo, come l’inguine.

Macchie di vino
Queste voglie hanno un colore rosso vinaccia, sono piane e spesso compaiono sul viso. In genere sono già presenti al momento del parto e possono interessare vaste zone di pelle. Le macchie di vino sono permanenti e tendono ad accentuarsi, man mano che il bambino cresce.

Le cure
Le cure sono più efficaci, se si interviene presto. La laserterapia è quella più diffusa, tuttavia in genere i medici preferiscono curare gli angiomi con steroidi o altri farmaci in grado di ridurre la macchia, fino a farla sparire. Gli angiomi tuberosi tendono a regredire intorno ai sei-sette anni, tuttavia in rari casi possono venire a trovarsi in zone del corpo molto delicate, come la gola o gli occhi e per questo è necessario intervenire.

L’unica cura efficace per le macchie di vino è il laser. Si inizia prima che il bambino abbia compiuto i due anni e possono essere necessari anche sei trattamenti, distribuiti entro un periodo di tre anni, per rimuoverle completamente.

La terapia col laser non è confortevole per il bambino, al quale probabilmente sarà somministrato un anestetico locale, sotto forma di pomata, oppure potrà essere praticata un’anestesia generale. Il numero dei trattamenti può variare, a seconda della gravità e del numero delle voglie.

Immagini:
octopusmom.com
baby.lovetoknow.com
skinsight.com