Che bello sarebbe poter usare solo un metodo naturale come anticoncezionale, evitando metodi macchinosi come il preservativo oppure artificiosi come la pillola o gli anticoncezionali ormonali. Ma questi “metodi naturali” possono essere utilizzati da tutte le donne e con pochi rischi di una gravidanza indesiderata? Vediamolo insieme…

C’è un bel numero di metodi anticoncezionali naturali: il metodo Ogino Knaus, il conteggio dei giorni, il metodo Billings, i computerini come Persona, Eva-Test e simili.

I lati positivi di questi sistemi sono tanti, essenzialmente si evitano le “overdose” di ormoni, con tutti i disturbi che ne conseguono come aumento di peso, ritenzione idrica, ecc., non si deve pensare al sistema anticoncezionale durante il rapporto e quando si decide di voler avere un bambino possono essere usati anche per cercare la cicogna invertendo il periodo dei rapporti.

I lati negativi però sono altrettanto importanti: alcuni di questi metodi sono piuttosto complessi, ad esempio Billings, ogino-knaus e conteggio dei giorni si dice che debbano diventare uno “stile di vita”, sono adatti a chi ha un ciclo molto regolare ed, inoltre, hanno un’efficacia molto limitata rispetto ai sistemi più usati come la pillola, che arriva al 99% o il preservativo che è al 97%.

In conclusione via libera ai sistemi naturali se siete regolari, se siete molto metodiche e se avete un partner fisso, per cui l’eventuale gravidanza non programmata non è un dramma assoluto, perché anche se la percentuale di efficacia si aggira intorno al 75%-80%, come nel caso del metodo Billings, il rischio è comunque molto più alto rispetto all’uso della pillola o del preservativo e quindi non c’è la certezza quasi assoluta di non rimanere incinta.

C’è qualcuno di voi che usa questi metodi? Cosa ne pensa? Cosa suggerirebbe alle altre lettrici? Raccontatecelo nei commenti!

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.