foto di ~Tony~ via flickr

Nei bambini e fino all’età dell’adolescenza il mal d’auto ed i mali “di viaggio” più in generale, come il mal di mare ed il mal d’aria, tendono a rovinare ogni gita e vacanza. Ci sono dei farmaci ma non sono molto adatti per i bimbi piccoli e, comunque, prima di usarli è sempre meglio provare altri rimedi più innocui. Vediamo di riunire tutta una serie di consigli per tenerli a bada.

Il primissimo consiglio è di non partire a stomaco vuoto ma di fare uno spuntino leggero, a base di cibi secchi e pochi liquidi. Meglio portarsi dietro altri snack dello stesso tipo (biscotti, cracker, grissini e cose simili) da offrire al bambino ai primissimi segni di malessere.

Da evitare tutti i cibi pesanti e grassi e le bevande acide come aranciate e succhi di frutta.

Le ore migliori per partire evitando i mali di viaggio sono quelle della notte e del mattino, con soste abbastanza frequenti per scendere e fare due passi, se il viaggio è breve vanno bene ogni ora, se è più lungo ogni 2-3 ore è meglio fermarsi un pochino.

Rispetto agli altri mezzi di trasporto il treno è quello più sicuro, anche se le vibrazioni ed i movimenti sono simili all’automobile, la possibilità di alzarsi e di camminare brevemente aiuta a non sentire il malessere.

E’ meglio mettere il bambino davanti (seggiolini e sicurezza permettendo) in modo che stia ben seduto e comodo e che possa guardare la strada e l’orizzonte e che possa distrarsi con canzoncine o musica, da evitare assolutamente giochi da osservare o libri e riviste, anche l’abitacolo leggermente ventilato può aiutare.

Se il bambino desidera riposare va benissimo, meglio se in un posto tranquillo e poco rumoroso.

Appena i sintomi cominciano a diventare fastidiosi è meglio fermarsi subito per fare una brevissima passeggiata e prendere un po’ di aria fresca, prima di ripartire.

In farmacia si trovano dei braccialetti che agiscono sui centri dell’agopuntura, si applicano ai polsi e si chiudono con il bottone, lo stesso bottone preme su un punto del polso ben preciso e promettono di limitare la chinetosi o cinetosi, questo è il nome tecnico del “mal di viaggio”, e visto che non sono farmaci ma sono completamente innocui vale la pena di provare soprattutto durante l’attesa, periodo in cui il mal di viaggio può ricomparire come sintomo della gravidanza, e per i bambini.

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.