Questa mattina ho l’influenza e sono rimasta a casa, a letto, a sfogliare qualche rivista e, sul numero di marzo di Elle, ho trovato un articolo illuminante sul bullismo, prima mi ero interrogata solo in modo saltuario sul problema ma visto che i miei figli cominceranno presto le scuole elementari sono rimasta colpita da una frase riportata nell’intervista alla “mamma anti bulli”, Eleonora Frescobaldi: “il bullismo comincia alle elementari, aumenta alle medie, si perfeziona al liceo”.

Eleonora è stata colpita in prima persona dal bullismo, uno dei suoi tre figli è stata una vittima per un anno prima che lei e la famiglia riuscissero a rendersi conto dell’entità del problema e, invece di cedere e cambiare scuola, hanno deciso di reagire tutti e cinque insieme e, da questa avventura che l’ha segnata ma anche fatta crescere come mamma, è nata una collaborazione online con la scrittrice Flaminia Momigliano che confluisce nel blog Stop al Bullismo scritto a quattro mani.

Il sito omonimo Stop al Bullismo, gestito  da un gruppo di psicologi e psicoterapeuti, spiega che  il bullismo può assumere svariate forme, alcune evidenti ed esplicite, altre sottili e sfuggenti all’osservazione degli adulti:

  • Bullismo fisico
  • Bullismo verbale
  • Bullismo indiretto

La ricetta di Eleonora e Flaminia è semplice quanto efficace, parlare invece di tacere, con il preside, gli insegnanti e gli altri genitori in primis e poi anche con i carabinieri se la situazione è più complessa, le scuole devono intervenire ed i carabinieri possono convocare i genitori dei ragazzi violenti e se le violenze continuano è possibile sporgere denuncia.

Di bullismo si è parlato anche sul social network Mamma che Club e se n’è parlato addirittura in relazione agli anni della scuola materna, magari non è  proprio bullismo ma comunque un’anticamera di quello che arriverà più strutturato a scuola, un tema decisamente d’attualità  per le mamme e le famiglie con bambini in età prescolare e scolare, tu hai pensato a come affrontarlo?