In settembre tantissime mamme sono all’inserimento alla scuola elementare, molte altre hanno i bambini all’ultimo anno di scuola materna e devono già pensare alla scelta della scuola elementare per il prossimo anno scolastico. Una scelta difficile, che rischia di mettere in crisi i neogenitori, ma fare la scelta giusta è possibile, magari coniugando la “comodità” con l’eccellenza dei programmi, dei docenti e della struttura stessa, vediamo come.

Io stessa sono una delle mamme che devono mettersi in condizione di scegliere al meglio la scuola elementare, per il mio primogenito, il prossimo anno ed una cosa che ritengo importantissima e mi sono ripromessa di fare è di non aspettare per cominciare ad informarmi. Meglio muoversi subito, cominciare già a settembre a chiedere programmi ed informazioni alle scuole.

Per fare una primissima scelta in base alla vicinanza con casa e lavoro e all’eventuale presenza di amichetti e compagni della scuola materna ho messo in moto Google, i siti della Regione, del Comune del Capoluogo di provincia e del mio Comune per trovare l’elenco di tutte le scuole della provincia con indirizzi, recapiti e Dirigenti Scolastici ed Amministrativi, con questo elenco dettagliato mi sono messa a tavolino a fare la prima scrematura che già limita un bel po’ la rosa delle possibilità e, di conseguenza, dei giri da fare per trovare tutte le informazioni utili.

In seconda battuta andrò a richiedere i vari P.O.F. (Piano dell’Offerta Formativa) ed a studiarmeli per bene per capire quali sono i progetti educativi e didattici dei vari Istituti.

Il P.O.F. è un documento istituito intorno alla fine degli anni ‘90 che riunisce tutte le informazioni educative, organizzative, culturali e progettuali di ogni istituto scolastico del paese, ogni scuola lo prepara ogni anno, con la partecipazione di tutto il corpo docente.

Con questo documento in mano possiamo stabilire quali sono le scuole che hanno le caratteristiche ideali per i nostri bambini, possiamo restringere ancora la rosa di possibilità, individuando 2 o 3 possibilità.

Lo step successivo comprende l’armarsi di santa pazienza e visitare personalmente ogni struttura, parlare con il personale docente e non docente, informarsi su eventuali costi e agevolazioni, ecc. ecc.

La raccolta di tutte queste informazioni è fondamentale per fare la scelta nel modo migliore possibile, per trovarle tutte ci vuole tempo e proprio per questo il mio suggerimento è quello di cominciare subito, a settembre sembra di avere tantissimo tempo ma poi le settimane ed i mesi passano in un lampo.