Avere un figlio comporta una serie di esperienze nuove, ed è forse anche questo a contribuire all’emozione di diventare genitori. Accanto all’entusiasmo, esiste però anche la realtà delle responsabilità legate al ruolo parentale, che limitano il tempo che potrete dedicare a voi stesse e a ciò che vi piace. Vi sono molte decisioni da prendere ogni giorno su ogni aspetto della vita del bambino, dalla scelta degli indumenti alla frequenza delle poppate. Ci saranno, naturalmente, dei momenti in cui non sarete sicure di fare la cosa giusta, ma la maggior parte delle volte vi comporterete nel modo corretto.

Essere genitori significa anche e soprattutto impegno. Nei primi mesi di vita, il bambino avrà bisogno della vostra presenza costante. Se è affamato, stanco, annoiato o malato, il fatto che voi siate occupate o esauste non farà differenza per lui. Trovare le risorse necessarie a soddisfare sempre e comunque i suoi bisogni aumenterà l’intensità del legame che instaurerete con lui.

Oltre alle tensioni e alle preoccupazioni di una mamma, vivrete anche momenti di soddisfazione e divertimento. Tenerlo stretto a voi, specialmente quando è tranquillo e vi guarda dritto negli occhi, vi ripagherà di tutte le fatiche. Allo stesso modo, sarà un’emozione vedere come apprende cose nuove ogni giorno. Sapere che è un bambino felice vi riempirà di gioia.

Vi sorprenderà capire che essere mamma significa anche scoprire dei lati del vostro carattere che finora non conoscevate. Spesso ci si rende conto di riuscire a fare in un giorno molto più di quanto pensavamo fosse possibile e di possedere una forza e una determinazione mai riscontrate prima. Spesso si meravigliano della profondità dei sentimenti che riescono a provare per il bambino.

E per voi essere genitori cosa significa?

Immagini:
images.com by Stock Connection
images.com by Image Source