Il dono della vita garantito,congelando gli ovuli, alla figlia di due anni purtroppo sterile perché affetta da una malattia genetica, la madre Penny Jarvis, una giovane donna inglese di 25 anni, è assolutamente convinta di voler regalare alla piccola Mackenzie la possibilità di poter diventare mamma, di concepire un figlio che non potrebbe avere in modo naturale a causa della sindrome di Turner. Penny Jarvis è determinata a congelare i suoi ovuli per regalare la maternità alla figlia alla quale purtroppo sarebbe negata.

Mackenzie ha un solo cromosoma X, invece di due, ed è nata senza ovaie. Un gesto quello della madre straordinario, che stupisce e suscita polemiche con non poche implicazioni etiche, una storia che emoziona e fa riflettere di cui si è parlato molto sui i  giornali inglesi: qualora Mackenzie diventasse mamma il bambino sarebbe figlio e anche fratello, o sorella, di Mackenzie.

Difficile non tener conto di questi legami, ma la signora Jarvis non trova un ostacolo in questo ed è convinta della sua decisione, diventare madre è una possibilità che non dovrebbe essere negata a nessuno, e Penny vuole regalare questa chance a sua figlia, permettendo a Mackenzie, quando sarà pronta di diventare mamma: “Avere un figlio è ciò che la maggior parte delle persone vuole. Mackenzie ha tre sorelle e non posso immaginarla crescere e guardarle diventare madri, mentre a lei è precluso. Faccio il meglio per mia figlia”.

E’ di sicuro un gesto d’amore verso il quale è difficile avere una posizione, una decisione importante che sola la piccola Mackenzie potrà, una volta adulta, valutare e scegliere!

Immagini:
dailymail.co.uk