In completa contrapposizione con l’articolo  via libera al lettone per bimbi più sicuri che ho pubblicato ieri, una ricerca organizzata dalla fondazione britannica che studia le morti infantili, Foundation for the study of infant deaths (Fsid), mette in guardia le famiglie dall’abitudine di far dormire i lattanti nel lettone con i genitori.

La Fondazione, pur riconoscendo l’accezione psicologicamente positiva della vicinanza di mamma e papà per i piccoli ad esempio aiutandoli a prendere sono, a calmarsi prima se piangono e facilitare l’allattamento al seno, afferma che i rischi contrapposti sono troppo grossi.

Stessa cosa dicasi per il divano, nel caso di una pennichella volante.

Secondo il direttore della fondazione, Joyce Epstein, via libera all’allattamento a letto ma poi bisogna riportare il bimbo nella sua culla, addirittura secondo i dati raccolti presso il Sheffield Children’s Hospital, su 50 neonati morti improvvisamente tra il 2004 e il 2007 ben 31 sono stati causati dalla nanna nel lettone o sul divano con un genitore.

Questi rischi aumentano se i genitori fumano, se hanno bevuto, assumono farmaci sedativi o se sono molto stanchi.

Come in tutte le cose credo che i dati statistici vadano presi per quello che sono e che ogni mamma sia in grado di regolarsi anche in questi casi, però nell’articolo non si parla di una alternativa intelligente che lascia sia al bimbo sia ai genitori lo spazio vitale, il “side-bed” di cui magari vi parlerò in un prossimo articolo.

Qualche lettrice usa o ha usato questo sistema?

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.