Fiabe per la nanna: “Il pescatore e il pesciolino”

Da qualche settimana, abbiamo ripreso con i miei marmocchi il rituale della fiaba prima della nanna! Che bello averli attorno entrambi, la piccola che incuriosita guarda le immagini del libro e il più grande invece con lo sguardo segue la lettura e molto spesso mi anticipa le frasi 🙂 E’ una bella emozione anche quando vedi la piccola che si porta il suo libricino nel lettino perché lei deve leggere la storia ai suoi amici della nanna. Cose che ti riempiono il cuore!!! Bene questa sera ecco una semplicissima fiaba di Esopo “Il pescatore e il pesciolino”! Buona Nanna!!!

Un pesciolino distratto, andandosene in giro per il fiume, una mattina si trovò preso, prima ancora di accorgersene, dalla canna di un pescatore. Cercò in tutti i modi di divincolarsi, ma ogni sforzo fu inutile: l’amo a cui aveva abboccato lo trascinava fuori dall’acqua. Il pescatore appena vide il pesce pensò: “Com’è piccolo, ma anche il poco però serve” e sistemò il pesce in fondo alla sua cesta.
Il pesciolino intanto pensava al modo di salvarsi. Dalla cesta era ormai impossibile scappare e si rivolse quindi al pescatore dicendo: “Che cosa te ne fai di un pesciolino come me? Sono così piccolo che non valgo proprio niente. Un pesciolino come me non ti basta neppure per stuzzicare l’appetito. Non tenermi nella tua cesta. Lasciami andare e io ti prometto che quando sarò un bel pesce grosso e appetitoso tornerò ad abboccare e tu potrai così fare un bel pranzo!”
Il pescatore non lo ascoltava neppure e continuava a pescare cercando di prendere qualche altro pesce senza dare peso alle parole del pesciolino che intanto insisteva affannato e boccheggiante: “Ti giuro che se mi lasci andare tornerò. Non mi ci vorrà molto per crescere. Ci rivedremo molto prima di quanto tu credi. Tu vieni sempre da queste parti a pescare e ci daremo un appuntamento. Allora si che sarò un bel boccone per te. Adesso invece ce ne vogliono tanti come me per riempire un solo piatto.”
Quando fu stanco di ascoltare le lamentele del pesciolino il pescatore gli disse: “Tu credi di essere furbo, caro il mio pesciolino. Ma io sono più furbo ti te e ti mangerò anche se sei piccolo e poco saporito. Non sono certo tanto stupido da pensare che se ti lascio andare ti lascerai acchiappare un’altra volta. Meglio avere in mano un pesce piccolo oggi, anzichè sperare di averne uno grosso domani. Io mi accontento del poco che riesco a pescare ogni giorno: quello che ho già nella cesta almeno è sicuro, quello che riuscirò forse a pescare domani non mi dà nessuna certezza.”

[nggallery id=11]

Immagini:
images.com by Design Pics
images.com by Image Source
picture-book.com

Postato in: Nanna

5 Comments on "Fiabe per la nanna: “Il pescatore e il pesciolino”"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Sara ha detto:

    Non consiglio di leggerla ai vostri bambini,non insegna cose belle e ho dovuto inventare un finale diverso da quel che è

  2. Cristina ha detto:

    Terribile storia,sono rimasta più male io della mia bimba che per fortuna sul finale era addormentata ,
    Credo che sia diseducativa una storia del genere !non lascia nulla di sano e neanche un sonno tranquillo

  3. Fabio ha detto:

    Come sarebbe possibile non essere d’accordo con i commenti che leggo? Questa fiaba è veramente disgustosa: è evidente che l’autore non ha dei bambini e che lo scrivere fiabe sia per lui un lavoro come un altro. E se avesse bambini, poveri loro.

  4. mariateresa ha detto:

    Sono d’accordo con massimo. La stavo leggendo alle mie bimbe e quando è finita e le ho viste incredule in un battibaleno ho inventato un finale diverso in cui il pesciolino riusciva a fuggire e tornare in acqua !

  5. massimo ha detto:

    La fiaba del pesciolino è disgustosa. Insegna il disprezzo e l’indifferenza per la sofferenza. Non un cenno al pesce che sta morendo soffocato. Pessimo esempio di antropocentrismo, decisamente diseducativa.

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/