Eccomi ancora qui a parlarvi di giochi per le feste di compleanno per bambini. In realtà sono stata coinvolta da un’amica ad organizzare la festa per la sua piccola ed essendo una festa in giardino, voleva poter stupire i piccoli ospiti con qualcosa di veramente divertente. Allora ecco l’idea!!! Una pentolaccia in cartapesta.

La pentolaccia è una tradizione molto sentita dai pugliesi, miei corregionali, infatti, il giovedì di mezza quaresima le famiglie si riunivano in campagna per rompere un recipiente di creta (la pentolaccia) che veniva riempito di noci, fichi secchi, mandarini, castagne del prete, lupini, fave e ceci arrostiti, frutta secca e, col passar del tempo anche di caramelle e cioccolate. Così riempita, la pentolaccia chiamata anche pignatta veniva posta ad un paio di metri da terra e gli adulti, bendati e armati di bastone, dovevano cercare di romperla per il divertimento dei più piccini. Questa usanza era un pretesto per ritrovarsi, cantare, ballare e mangiare taralli, frittate e bere il buon vino pugliese.

Questo gioco esiste da tantissimo tempo ed è conosciuto da milioni di persone in tutto il mondo come un classico gioco di carnevale. Attualmente la pentolaccia viene costruita con cartapesta ed all’interno contiene dolci, regalini, biglietti augurali ed altro che rappresentano un augurio di fortuna per chi la rompe.

La pignatta così riempita viene appesa mediante una corda, i bambini vengono fatti sedere in cerchio attorno ad essa e il coordinatore del gioco decide quanti tentativi può fare ogni bambino per romperla. Provano prima i piccoli e poi i grandi. Il partecipante ha a disposizione un bastone di legno leggero e con gli occhi bendati tenterà di colpire la pignatta per romperla e far fuoriuscire il contenuto. I partecipanti incoraggeranno con urla di incitamento il bambino che gioca. Una volta rotta, il gioco termina e il piccolo che l’ha rotta riceverà un premio, che è contenuto nella pignatta stessa, e il resto verrà distribuito in uguale misura a tutti i bambini.

E allora vediamo insieme come poterla realizzare!!!

Innanzitutto dovete pensare ad uno stampo, una sagoma o un oggetto preesistente da rivestire di cartapesta o potete realizzarne uno a vostro piacimento e di qualsiasi forma magari raffigurante un animale, un burattino o semplicemente una palla.
Dopo dovete procurarvi:
della carta, la più utilizzata generalmente è la carta di giornale, reperibile dovunque e di basso costo. Sono da evitare le pagine a grandi titoli perché troppo impregnate d’inchiostro;
colla da tappezziere, facilmente reperibile nella maggior parte dei negozi di ferramenta, o la colla vinilica (colla bianca quella di Art Attack per intenderci), molto versatile in quanto la si può usare pura o diluita (3 parti di colla e 1 di acqua);
– un pennello da utilizzare per spennellare ulteriore colla.

A questo punto dovete ricoprire la sagoma che avete scelto in questo modo:
versate la colla in un recipiente;
strappate la carta in striscioline di diverse dimensioni, immergetele nella colla ed applicatele sulla sagoma. Continuate fino a che non avete ricoperto circa metà della sagoma stessa;
spennellate con ulteriore colla e continuate ad applicare la carta fino ad ottenere uno spessore di circa 2-3 millimetri;
– una volta raggiunto lo spessore desiderato lasciare che la carta si asciughi e, con molta cura, staccare la parte dalla sagoma;
continuare con la seconda parte della sagoma;
– terminate le due metà riempire con caramelle, dolcetti, cioccolatini, ecc e sigillare le due metà con lo stesso procedimento.

Quando la sagoma sarà realizzata a questo punto potete sbizzarrirvi a decorarla seguendo la vostra fantasia. Potete utilizzare dei fogli colorati molto sottili, oppure dei diversi pezzi di stoffa colorata che fanno proprio un bell’effetto! Sistemate i dettagli (occhi, naso, ecc..) con dei pennarelli indelebili o con la tempera. Potete aggiungere delle orecchie, braccia, gambe, zampe sempre utilizzando la carta di giornale. Provvedete a far passare la corda che vi servirà per appenderla ed il gioco è fatto!

Un’idea potrebbe essere anche quella di realizzare tre pentolacce, tutte appese in fila, due riempirle con dell’acqua, magari per una bella festa in piscina utilizzando dei palloncini ad acqua, e l’altra invece con i classici dolci…che ne dite? Per la nostra festa in giardino è stato un successone. I bimbi si sono divertiti moltissimo e anche le mamme nel realizzarla!!!

Immagini:
vallecamonicacultura.it
tubestoneanimazione.it
acchiappafeste.it