Non tutte le donne incinte sanno che molti esami in gravidanza possono essere effettuati gratuitamente. L’importante è eseguirli in periodi ben stabiliti e in strutture pubbliche o accreditate con il S.S.N. Affinché la  futura mamma possa usufruire di questi servizi basta che si munisca della prescrizione del medico di base o di un ginecologo di una struttura pubblica. E’ importante indicare sulla ricetta la settimana di gestazione.

Ecco un elenco degli esami gratuiti e del periodo entro il quale vanno eseguiti:

Entro la 13° settimana: emocromo, gruppo sanguigno e fattore Rh; ecografia ostetrica, analisi delle urine; test di Coombs indiretto; glicemia; funzionalità epatica; rubeo test (test di rosolia); toxotest (anticorpi toxoplasma); VDRL-TPHA (sifilide); anticorpi anti-HIV (Aids).

tra la 14° e la 18°: analisi delle urine.

tra la 19° e la 23°la 19° e la 23°: analisi delle urine; ecografia ostetrica.

tra la 24° e la 27°: glicemia; analisi delle urine.

tra la 28° e la 32°: emocromo; ferritinemia; analisi delle urine; ecografia ostetrica.

tra la 33° e la 37°: antigene HbsAg (epatite B ); anticorpi HCV (epatite C ); emocromo; analisi delle urine.

tra la 38° e la 40°: analisi delle urine

Fonte: italiasalute.it

Immagini:
tuttomamma.it
bambinopoli.it
donnamoderna.com