Abitando in Liguria non potevo la sciarmi sfuggire questa notizia interessantissima, dal 17 aprile in collaborazione della Provincia di Genova nei comuni di Lavagna, Arenzano e Recco è partito il “pedibus”, con due percorsi per ogni comune, per i bambini delle scuole elementari. Il progetto si chiama ‘Pedibus – Io cammino a scuola’ e continuerà fino alla fine dell’anno scolastico.

Prima di tutto: cos’è il “pedibus”?

E’ un autobus che utilizza i “piedi” invece delle ruote, il tragitto casa-scuola e viceversa viene fatto a piedi da una fila di bambini che vanno in gruppo accompagnati da due adulti che fungono da “autista” in cima e da “controllore” a chiudere la fila. Come gli autobus fa una serie di “fermate” per raccogliere i bimbi che abitano nelle vicinanze e poi continua con molto divertimento.

Gli aspetti positivi non si fermano al fatto che i bambini si divertono moltissimo, oltre a divertirsi fanno del movimento, imparano a circolare per la strada e a riconoscere i segnali, esplorano il proprio quartiere, diminuiscono sensibilmente traffico ed inquinamento nelle ore di punta, stanno insieme e si fanno degli amici, acquisiscono sicurezza ed arrivano a scuola belli vispi e pronti ad affrontare la mattinata.

In molte regioni d’Italia ci sono già “pedibus” in servizio da tempo, un elenco (anche se non completo) si trova su Piedibus.it e se ancora non ce ne sono nella vostra zona di residenza potete organizzarne uno anche voi, sempre su Piedibus.it ci sono tutte le informazioni per la realizzazione con una guida scaricabile, mi sembra un’ottima opportunità però dovete tenere presente che i “pedibus” devono prestare servizio con continuità, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche e vengono sospesi in determinati casi solo quando l’ attività scolastica non è garantita (ad esempio scioperi) quindi è un bell’impegno ma i vantaggi sono sicuramente molto superiori.