Ci sono bimbi che, fin da piccolissimi, mangiano di tutto ed assaggiano qualsiasi cosa senza problema. Ci sono però, purtroppo, anche bimbi molto diffidenti che si rifiutano di assaggiare cibi nuovi. Su Elle France Online ho trovato un articolo divertente su come insegnare (o, quantomeno, tentare di insegnare) ai bambini ad assaggiare cose nuove, in dieci semplici mosse. Ecco le prime cinque.

  1. Vostro figlio non deve scegliere cosa mangiare. Di fronte ai capricci, non bisogna cedere. Piuttosto, si può arrivare ad un compromesso: una volta alla settimana può decidere lui cosa mangiare, ma un’altra volta dovrà assaggiare una pietanza nuova.
  2. Abbondate nei condimenti. Se vostro figlio non ha problemi di peso (come succede a molti bimbi poco golosi) potete permettervi di abbondare su condimenti (un po’ più di olio, o un’aggiunta di maionese o di ketch-up) e aggiunte di formaggio. Anche le verdure risulteranno meno indigeste.
  3. Provate a ripresentargli lo stesso alimento, sempre cucinato nello stesso modo. Se vostro figlio è un abitudinario, variare continuamente può solo peggiorare la situazione. Volete a tutti i costi fargli mangiare pasta e fagioli? Preparatela e presentatela sempre nello stesso modo.
  4. Fatelo giocare con il cibo. Se avete un piccolo giardino, provate a piantare insieme qualche ortaggio. O, se avete tempo, fatelo partecipare alla preparazione della cena, giocando insieme. I bambini, in genere, amano mangiare ciò che hanno contribuito a produrre o preparare
  5. Insegnategli ad individuare i diversi sapori. Invece di limitarsi a dire “Mi piace” o “Non mi piace”, insegnategli a distinguere i differenti sapori: è piccante, è insipido, è troppo dolce, è aspro, è amaro, e via di questo passo. Impegnatelo ad individuare gli ingredienti contenuti in un nuovo piatto: l’amore per la sfida gli farà passare la sua naturale riluttanza ed angoscia di fronte alla nuova pietanza.