Qual è il modo più efficace per proteggere i dentini del mio piccolo? Penso sia una delle domande più frequenti che noi mamme ci poniamo nel momento in cui vediamo spuntare i primi dentini. Ci sono molte cose che si possono fare per aiutare i dentini del nostro piccolo a crescere forti e sani in quanto se i dentini da latte sono robusti, anche quelli definitivi lo saranno.

La principale causa di carie, si sa, sono gli zuccheri ma questo non significa che bisogna bandire del tutto i dolci ancor più che i bambini li adorano e dunque può risultare difficile riuscire a tenerli completamente a lontani.

Ed allora proviamo a vedere insieme cosa possiamo fare per mantenere i suoi dentini sani:
– cercare di dargli i dolci soltanto durante i pasti;
– cercare di insegnare al piccolo a bere al più presto dal bicchiere in quanto il liquido (succo di frutta o latte) bevuto dal biberon resta più a contatto sui denti oppure per dissetarlo tra un pasto e l’altro dargli solo dell’acqua;
evitare merendine contenenti molti zuccheri piuttosto offrire al bimbo della buona frutta fresca.

Dalla nascita fino all’anno di vita, bisogna pulire le gengive ed i dentini delicatamente con garza umida. Da 1 a 4 anni è meglio iniziare con l’uso dello spazzolino, aggiungendo un dentifricio fluorato quando il bambino sarà in grado di sciacquare la bocca. E’ meglio cominciare come sempre, facendo capire al piccolo che si ratta di un gioco. Ma attenzione a non usare un dentifricio fluorato prima che il bambino abbia imparato a “sputare”, per non correre il rischio di fluorosi dentale (un’alterazione del colore dello smalto che può variare dal marrone al bianco). Dopo i 4 anni favorire la pulizia autonoma, prima sotto il controllo di un genitore e poi sensibilizzando il bambino stesso.

Allora come mantenere i denti dei nostri bambini puliti?

Come prima cosa è necessario munirsi di uno spazzolino piccolo, dalle setole morbide (anche uno spazzolino elettrico va bene, rende la pulizia dei denti più divertente) e di una puntina di dentifricio per bambini.
I denti vanno puliti almeno due volte al giorno, dopo la colazione e prima di andare a letto, meglio se dopo ogni pasto. Le carie si formano quando i batteri naturali della bocca si mescolano con gli zuccheri, nei pezzettini di cibo che restano tra i denti. Si produce così un acido, che va ad intaccare lo smalto che protegge i denti.

Ed ora vediamo come spazzolare i dentini del piccolo:
mettere il bambino seduto sulle ginocchia, col viso rivolto verso l’esterno;
tenergli dolcemente la fronte, per farlo stare fermo;
massaggiargli con estrema dolcezza denti e gengive con lo spazzolino, facendo particolare attenzione ai molari, perché il cibo si inserisce facilmente al loro interno;
– una volta finito, fare in modo che il piccolo sputi il dentifricio, così eviterà di inghiottire una quantità eccessiva di fluoro;
Il tutto dovrebbe durare 2-3 minuti circa.

E se il piccolo si rifiuta di aprire la bocca?
– potremo provare ad invogliarlo dicendogli che se vuole può prima lavare i denti della mamma, se dopo anche la mamma potrà fare lo stesso con lui;
– promettergli di cantargli una canzoncina o raccontargli una storia mentre gli lavi i dentini;
fargli tenere in mano il suo nuovo spazzolino, infatti uno spazzolino colorato può attirare l’attenzione del piccolo e rendere più divertente questo momento;
farlo guardare allo specchio, per ridere insieme delle facce buffe che si fanno mentre ci si lava di denti.

Insomma un’altra tappa importante e fondamentale per i nostri piccoli ma soprattutto per noi genitori, che come sempre sarà superata a pieni voti.

Immagine:
powertoothbrushes.info
clinicatorinese.it