Il ciclo mestruale ha inizio il primo giorno di mestruazioni e dura fino al giorno che precede il ciclo successivo. Ogni mese, a metà del ciclo, intorno al quattordicesimo giorno, viene rilasciato un ovulo maturo (ovulazione). Una durata di 28 giorni è considerata una media adeguata, ma in realtà la lunghezza del ciclo varia notevolmente da donna a donna.

Se il ciclo mestruale è compreso tra i 23 e i 35 giorni è considerato normale, sempre nel caso in cui sia regolare, con non più di sette giorni di variazione ogni mese. Ogni ciclo dura dai tre ai cinque giorni, ma se sono regolarmente della stessa durata, la lunghezza del ciclo in sé non è rilevante.

Invece, un ciclo mestruale è considerato irregolare se vi è una variazione superiore a sette giorni da un mese all’altro. Quando si verificano mestruazioni irregolari o molto leggere (uno o due giorni di flusso leggero o spotting) può darsi che soffriate di uno squilibrio ormonale.

Qualora ogni ciclo sia distanziato dall’altro di più di 35 giorni, se in un anno avete il ciclo solo tra quattro e nove volte, e se esso è irregolare e imprevedibile, soffrite di oligomenorrea. Questo non significa necessariamente che non sarete in grado di rimanere incinta, ma che potrebbe essere difficile con i normali metodi prevedere in quale momento siete più fertili.

Tra i metodi alternativi ci sono i test di ovulazione, ma non sono adatti a tutte le donne. Un modo per prevedere l’ovulazione è il monitoraggio follicolare, in cui le ovaie vengono controllate regolarmente usando una macchina a ultrasuoni per stabilire quando vi state avvicinando all’ovulazione.

L’oligomenorrea può essere causata spesso da aspetti legati allo stile di vita quali:

  • stress
  • malnutrizione
  • eccessiva attività fisica
  • peso
  • viaggi frequenti

Dunque ridurre lo stress, mantenersi in forma senza fare attività fisica in maniera ossessiva e avere un regime alimentare bilanciato, che fornisca tutti gli alimenti di cui avete bisogno, aiuterà il vostro corpo a funzionare meglio, anche dal punto di vista ormonale, in maniera da avere una strategia d’attacco se soffrite di mestruazioni irregolari.

Dovreste, però, anche consultare il vostro medico per assicurarvi che problemi medici non evidenziati, come la sindrome dell’ovaio policistico o le disfunzioni della tiroide, non siano la causa primaria della vostra oligomenorrea.

A differenza, invece, i cicli mestruali molto brevi potrebbero costituire un problema per rimanere incinta. In alcuni casi l’ovulazione si verificherà molto presto (per esempio verso il settimo giorno) e l’ovulo non avrà tempo sufficiente per raggiungere la piena maturità prima di essere rilasciato. Per altre donne ci può essere un intervallo ridotto tra l’ovulazione e le mestruazioni successive. Se questa fase è inferiore a dieci giorni, l’ovulo fecondato non avrà abbastanza tempo per impiantarsi.

Immagini:
ciclomestruale.net
www2.hu-berlin.de
maxanima.it