La separazione dei genitori provoca molta insicurezza nei bambini e per fare in modo che tutto si risolva senza traumi grandi e piccoli devono riuscire a trovare dei nuovi equilibri all’interno delle relazioni familiari, non è facile riuscire ad affrontare la separazione della famiglia in modo “indolore” ma ci si può riuscire se entrambi i coniugi riescono a superare i conflitti di coppia per dare la precedenza al loro ruolo di genitori.

Separazioni e divorzi sono decisamente un tema d’attualità qui da noi, secondo le rilevazioni ISTAT il numero delle coppie sposate che si separano aumenta ogni anno, dal 1996 al 2006 le separazioni hanno avuto un incremento del 39,7% e i divorzi del 51,4%.

La regola che si sente sempre dagli esperti, in tema di separazione e divorzio è che mamma e papà, anche se si separano, devono continuare ad essere entrambi genitori, superando le incomprensioni reciproche per il bene dei figli, grandi o piccoli che siano.

Questa è davvero la regola più importante di tutte ma è anche la più difficile da mettere in atto. Bisogna riuscire a superare i problemi ricordandosi che si è genitori comunque ed insieme. Coinvolgere i figli nei conflitti e nelle tensioni, inevitabili tra coniugi separati, è molto pericoloso, per i bambini assistere impotenti ad un conflitto distruttivo tra mamma e papà è causa di grande paura ed instabilità emotiva che non può che sfociare in altrettanti problemi.

Fermiamoci a riflettere che è una vera e propria crudeltà a cui sicuramente non vogliamo che siano esposti i nostri figli.

Specularmente una separazione che metta fine ad una convivenza fatta di conflitti, ostilità e liti continue può essere una vera ancora di salvezza per i bambini e per il loro sviluppo psicofisico ma solo se, insieme alla convivenza, si riesce davvero a far terminare le ostilità.