La praticità dei surgelati è fuori discussione soprattutto per noi mamme, sempre superindaffarate! Eppure in alcuni casi c’è la convinzione che, con i prodotti sottozero, si privano i nostri figli di importanti sostanze nutritive per la crescita. Il dubbio è comprensibile ma, fortunatamente, senza fondamento in quanto è proprio il processo di surgelazione industriale che permette di mantenere inalterati i nutrienti.

Infatti secondo una recente ricerca dell’Insitute of Food britannico, le verdure surgelate non avrebbero nulla da “invidiare” a quelle fresche. Queste infatti, grazie alla velocità con cui vengono surgelate subito dopo la raccolta, mantengono pressoché inalterato il patrimonio vitaminico originario. Inoltre il prodotto surgelato garantisce una protezione igienica migliore e offre un’ampia possibilità di scelta, caratteristiche che lo rendono adatto ai bambini, anche molto piccoli.

E’ possibile congelare qualsiasi alimento, compresa la pappa e il brodo di verdure che siamo solite preparare ai piccoli durante la delicatissima fase dello svezzamento. Naturalmente congelare gli alimenti nel freezer di casa è un procedimento che avviene in modo più lento, rispetto a quello industriale, con la formazione di cristalli più grandi nell’alimento, che al momento dello scongelamento possono produrre una maggiore perdita di acqua e quindi anche di principi nutritivi. La pappa congelata si conserva in freezer per 8 settimane a -18°C e non va ricongelata. E’ bene scongelarla a temperatura ambiente o a bagnomaria (quando è possibile).

E voi siete solite usare congelati o preferite andare al mercato e acquistare i prodotti freschi? E per lo svezzamento come vi siete comportate?

Immagine:
blog.livingbaby.it