Oggi non è difficile verificare se è iniziata una gravidanza, infatti in farmacia si possono trovare test di gravidanza, abbastanza economici e facili da usare in casa, che permettono di controllare se si è rimaste incinta oppure no già a partire dal giorno della mancata mestruazione. Si basano tutti su un unico metodo: la ricerca nelle urine dell’ormone Hcg tipico della gravidanza.

Ma pur avendo un’alta affidabilità, può capitare che il test di gravidanza dia un esito negativo anche se la donna è incinta il cosiddetto “falso negativo” vediamo insieme in quali casi.

Quando il ciclo mestruale della donna è più lungo rispetto al normale cioè di 30/35 giorni oppure l’ovulazione avviene intorno al termine del ciclo, invece che verso il 14° giorno. Se così fosse non c’è da stupirsi sul fatto che la produzione di Hcg avvenga più in là nei giorni determinando quindi una falsa risposta del test di gravidanza.

Un altro caso è quello in cui il test di gravidanza viene eseguito prima del mancato ciclo mestruale: infatti se viene fatto 6-7 giorni prima del ciclo, la percentuale di Hcg non è abbastanza alta per essere rilevata (la soglia minima è di 25 milliunità per millilitro).

La donna stia assumendo farmaci specifici contro l’infertilità o ad azione diuretica.

Se si tratta di una gravidanza extrauterina, in questo caso sarà necessario effettuare il test dal medico o da un laboratorio di analisi tramite prelievo di sangue.

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.