Manca poco al parto e di solito una futura mamma prova a chiedersi come sarà! Il travaglio durerà tanto, sarà doloroso, e se il parto non si avvia da solo? Molti dubbi, ci si rivolge a mamme che hanno già partorito per conoscere la loro esperienza e che molto spesso, forse per pudore o per evitare inutili preoccupazioni alla futura mamma, evitano di raccontare alcuni piccoli dettagli. Dunque vediamo insieme cosa potrebbe anche accadere durante il travaglio.

Potresti vomitare

Sì proprio così, durante il travaglio si potrebbe proprio vomitare. Potrebbe essere il risultato di un calo della pressione sanguigna, causato dall’epidurale, oppure può essere semplicemente una reazione del tuo corpo al dolore. Per evitare di farlo, sarebbe bene mangiare solo cibi leggeri, durante le prime fasi del travaglio e quando il travaglio è attivo, evitare di mangiare ma soprattutto bere solo acqua.

Spingi e… fai popò!

Forse le tue amiche e i tuoi familiari hanno evitato di dirti certe cose che possono accadere durante il travaglio, perché sanno che ti preoccuperesti. Le ostetriche, però, ne hanno davvero viste di tutti i colori e fare la popò, durante il travaglio, può effettivamente capitare. Questo perché, mentre il tuo bambino si spinge nel canale del parto, il retto si appiattisce e i suoi contenuti possono essere spinti verso l’esterno. Molte donne, invece, emettono dei peti. Anche questo è molto imbarazzante, ma è del tutto normale.

Scherzi e risate

Tutti si aspettano che durante il travaglio urli, strepiti e dici parolacce, ma sono in poche quelli che pensano che in quelle ore potresti anche farti un bel po’ di risate.

Un pisolino

La contrazione più dolorosa potrebbe essere seguita quasi immediatamente da qualche minuto di sonno. Il travaglio è un’esperienza decisamente stancante e anche un breve riposino di pochi minuti può aiutarti a recuperare un pochino di energie. Naturalmente ti sveglierai dopo circa tre minuti, quando sopraggiungerò un’altra contrazione 😉

Mamma macho

Non importa se hai letto tante pubblicazioni sul travaglio e il parto, perché nessuno ti potrà davvero preparare alle sensazioni che si provano, quando si partorisce. Una cosa è certa: resterai certamente stupita dalla tua forza. Anche se ti senti a pezzi o vorresti addirittura rinunciare a quello che stai facendo, l’impulso fortissimo di spingere ti sovrasta e proprio non ti puoi fermare, nemmeno se lo vorresti! Ricordo che una delle frasi che ho detto mentre il mio piccolo stava nascendo è stata: “Basta, voglio andare a casa!” 😀

E’ proprio vero il travaglio un’esperienza che dona alla donna una forza davvero incredibile e quindi è più che normale avere un po’ di paura quando si arriva al momento del parto. Ma penso che uno dei compiti più importanti delle ostetriche sia proprio quello di rassicurare e stare vicino alla partoriente, confortandola anche nei momenti di maggiore dolore. E devo dire che con il secondo parto io ho trovato proprio un angelo di ostetrica. Mi è stata vicina, con una dolcezza e una cura mai viste prima 🙂

E a voi come è andata? Raccontateci i vostri aneddoti 😉

Immagini:
mammeinradio.it