E’ importante vaccinare i nostri bambini quando sono ancora molto piccoli in quanto sono più soggetti alle infezioni rispetto a quelli più grandi o agli adulti. Ecco perché il primo ciclo delle vaccinazioni viene somministrato a partire dalle otto settimane di vita fino alla dodicesima settimana, quando l’immunizzazione naturale che il piccolo ha ereditato dalla mamma inizia ad attenuarsi.

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie! Le vaccinazioni obbligatorie nel nostro paese sono quelle contro la poliomielite, il tetano, la difterite ed epatite B, mentre le raccomandate per i nuovi nati sono le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite e rosolia (MPR), ed anche la pertosse ed infezioni da Haemophilus influenzae b (Hib), pneumococco, meningococco, varicella e papilloma virus.

Tutti i vaccini obbligatori in Italia sono gratuiti e vengono praticati dal S.S.N. presso i servizi di igiene pubblica delle Unità Sanitarie Locali mentre per quelli raccomandati è a discrezione delle Regioni. Le complicanze, gli effetti collaterali dei vaccini sono comunque e sempre inferiori agli effetti collaterali delle malattie infatti nella quasi totalità dei casi i disturbi che fanno seguito a una vaccinazione sono di piccola entità: febbre, diarrea, inappetenza, prurito. Basti pensare alle malattie come la difterite, la poliomielite e la pertosse che costituivano un’autentica minaccia per la vita dei bambini.

Quando il bambino viene vaccinato, gli viene somministrata soltanto una piccola parte del batterio o del virus che provoca la malattia. Questo non fa ammalare il piccolo, ma spinge il suo organismo a creare degli anticorpi, in modo che il sistema immunitario del piccolo sia pronto a riconoscere e a combattere spontaneamente la malattia se in un futuro dovesse venirne a contatto. Per fare in modo che questo accada i bambini hanno bisogno di due o tre dosi per essere completamente protetti ed ecco perché è importante completare il calendario delle vaccinazioni.

Ma se il piccolo ha la febbre, un raffreddore, un po’ di tosse insomma se sta poco bene allora sarebbe meglio posporre di qualche giorno la vaccinazione comunque è sempre indicato contattare il proprio pediatra, lui saprà consigliarvi per il meglio.

Io personalmente sto eseguendo tutte le vaccinazioni ai miei bambini e voi?

Qui troverete il calendario delle vaccinazioni previsto dal Ministero della Salute.

Immagine:
endtimesworldnews.punt.nl

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.