Qualche giorno fa, come avete potuto vedere sui canali social di Blogmamma, io e mia figlia Eleonora siamo state ospiti di Galbani presso lo stabilimento di Casale Cremasco (CR). Come è andata questa esperienza? Assolutamente positiva e la Certosa Galbani, la crescenza più conosciuta dagli italiani, è stata promossa a pieni voti!
come nasce la certosa galbani _ arrivo allo stabilimento galbaniAdoro avere l’occasione di visitare le aziende che producono prodotti che normalmente troviamo sulle nostre tavole, e in questo caso è stato un modo per capire e avere la conferma di quanto lavoro e attenzione ci sia dietro un formaggio apparentemente semplice, dal gusto fresco, cremoso e delizioso.
La giornata è stata molto interessante sia per me che per mia figlia, che non potendo visitare lo stabilimento per ovvie ragioni di sicurezza, si è divertita a fare degli interessanti esperimenti con il latte insieme ai figli delle altre mamme blogger ospiti.
come nasce la certosa galbani _ laboratorio per i bambiniMa arriviamo al dunque, cosa ho scoperto di interessante durante questo tour in Galbani? Bardata come fossi un chirurgo pronta a operare, ho potuto vedere come dal semplice latte, step by step, viene creata la Certosa Galbani: la crescenza dall’inconfondibile gusto fresco, genuino e tutto italiano. Da oggi con una consistenza ancora più cremosa.
come nasce la certosa galbani _ mamme bloggerInfatti, uno degli aspetti che mi ha particolarmente colpito nel processo produttivo della Certosa è la nuova Filiera Certificata, che consente a noi mamme, o comunque a noi consumatori, di avere una maggiore garanzia sul prodotto che amiamo gustare in famiglia in qualsiasi occasione: pranzo, merende, pic nic all’aria aperta o per un semplice aperitivo tra amici. E tutto parte dal latte, quindi ecco per me e la mia bambina una prova sul campo, naturalmente la mucca era finta! 😉
come nasce la certosa galbani _ bambina che munge una mucca _mod

Come nasce la Certosa Galbani?

La base di partenza è un latte tutto italiano proveniente da fattorie certificate lombarde e piemontesi. Questa scelta è stata fatta per garantire qualità e genuinità del prodotto e inoltre per rafforzare il profondo legame con il territorio in cui Galbani produce. Da qui si passa al secondo step della filiera Certificata: sistema garantito da un ente terzo indipendente che permette di identificare e tenere traccia dell’attività degli operatori coinvolti nel processo produttivo, dall’azienda agricola in cui viene raccolto il latte fino al prodotto finito, ossia la Certosa Galbani. L’ente indipendente che certifica la filiera di Galbani è Bureau Veritas.
È stato pazzesco vedere come litri e litri di latte, in pochi passaggi e con l’aggiunta di semplici ingredienti, si trasformino in quel formaggio cremoso, dal gusto inconfondibile che piace tanto a tutta la mia famiglia (bambini compresi), come alla maggior parte delle famiglie italiane. 🙂
come nasce la certosa galbani _ filiera produttivaLo staff della Galbani con tanta passione e con linguaggio semplice ci ha spiegato come nella prima fase il latte venga innestato con i fermenti lattici vivi (creati anch’essi nello stabilimento) per poi creare la cagliata. Macchinari efficientissimi “tagliano” la cagliata permettendo così al siero di fuoriuscire e di essere utilizzato in seguito per la produzione della ricotta.
Sapete che la Certosa quando viene prodotta ha un formato di ben 2 Kg di pura bontà?
Come nasce la certosa galbani _ Certosa pronta per la stagionaturaSolo successivamente, nella fase di confezionamento, verrà ripartita in formati più piccoli.
come nasce la certosa galbani _ confezionamentoA detta del responsabile dello stabilimento la Certosa esprime il suo massimo potenziale di gusto dopo qualche giorno dalla produzione, e noi essendo un po’ “San Tommaso” abbiamo voluto fare il controllo qualità in filiera… risultato? Gustosa, leggera, cremosa e assolutamente buonissima!!!
come nasce la certosa galbani _ controllo di qualitàTerminato il tour, i nostri bambini ci aspettavano trepidanti per un altro importante appuntamento: trasformarci in casari e preparare insieme il nostro formaggio fresco.
Io e Eleonora ce l’abbiamo messa tutta e armate di guanti, grembiule e cappello abbiamo creato la nostra piccola toma di formaggio fresco, frutto del nostro amore per i latticini. Eleonora è stata entusiasta di creare con le proprie mani quello che è tra i suoi alimenti preferiti e vedere come il caglio possa essere quasi un ingrediente magico!
come nasce la certosa galbani _ laboratorio formaggioA conclusione di questa giornata ho avuto la conferma di quanto già sapessi anche senza aver visitato lo stabilimento, ossia che Galbani non è solo una grande azienda, ma è una grande realtà italiana, con persone che lavorano con passione e dedizione per permetterci di offrire ai nostri bambini un prodotto sano e genuino della nostra tradizione culinaria. La nuova ricetta della Certosa Galbani con una consistenza ancora più cremosa è un plus che i miei figli apprezzeranno tanto, soprattutto durante le merende al parco in perfetto stile pic nic.

Quando andiamo al supermercato, non facciamo una scelta in base al prezzo, piuttosto fermiamoci un secondo a leggere l’etichetta. Un’etichetta “pulita e snella” può essere solo sinonimo di qualità e genuinità, e Certosa Galbani lo è… senza alcun dubbio!

Non vedo l’ora di provare tante ricette sfiziose con Certosa Galbani, la crescenza tutta italiana!

Post realizzato in collaborazione con Galbani Italia.

#Galbanivuoldirefiducia #Certosaelamamma #CertosaBloggerTour