Inizia oggi a Milano la quinta edizione di QuanteStorie, festival del libro per bambini e ragazzi. La manifestazione proseguirà fino a domenica 8 marzo al Teatro e Palazzo Litta, in corso Magenta 24, con ingresso gratuito dalle 9,30 alle 18,30. E’ indirizzata ai giovani da 0 a 13 anni, che leggono ormai più degli adulti.

La mattina l’ingresso è riservato alle scolaresche, ed è già tutto esaurito. I pomeriggi dei giorni feriali e nel fine settimana l’ingresso è invece per le famiglie. Numerosi sono gli eventi in programma, che trovate a questo link.

Segnaliamo in particolare l’appuntamento di mercoledì 4 marzo alle 17 con Bruno Tognolini, che reciterà 21 filastrocche, una per ogni lettera dell’alfabeto, di fronte a mamme col pancione, neomamme, neopapà e bambini piccoli. Gli adulti potranno apprezzare i testi, mentre i piccoli ascolteranno i suoni.

Giovedì 5 marzo alle 17 Rita Valentino Merletti spiegherà a genitori, insegnanti e bibliotecari perché è importante proporre la lettura di testi ai bambini già in età prescolare.

Ricordiamo a questo proposito anche il progetto Nati per leggere, che sostiene l’utilità della lettura fin dai primi mesi di vita.

E’ importante che i bambini vivano il fatto di leggere come un piacere. Sarà più facile che apprezzino la lettura se avranno avuto modo fin da piccoli di ascoltare storie di tutti i tipi, lette ad alta voce da genitori, nonni, educatori. Per ogni età esistono libri adatti. Se si lascia ai bambini la possibilità di scegliere, essi svilupperanno presto anche un gusto letterario preciso. Le biblioteche sono straordinarie per questo scopo, perché consentono ai bambini di guardare, sfogliare, leggere o farsi leggere dei passi, per poi decidere quello che più li interessa.

I libri potranno così diventare per i nostri figli degli amici, dei compagni d’avventura, dei maestri, apriranno i loro orizzonti mentali e li guideranno nella crescita.

Siete d’accordo con me?

Illustrazione di Arianna Papini dal libro “C’era quante volte come sono le notti…”, edizione Fatatrac