Da 27 settembre 2017 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento

5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento

Il bambino tanto desiderato è ormai arrivato… ogni giorno è una meravigliosa scoperta per il bebè e i neo mamma e papà: la prima poppata, il primo bagnetto, il primo sorriso e qualsiasi altro gesto il piccolo compia per la prima volta.
Il tempo passa e quasi senza rendersene conto ci si trova già al momento di cominciare con l’alimentazione complementare da associare al latte materno o in formula a seconda delle esigenze del lattante e dei genitori.
Ma i genitori, soprattutto quelli al primo figlio, sanno come affrontare questo importante momento? Tutto sarà nuovo e anche in questo caso sarà una grande avventura da vivere con consapevolezza e tanta pazienza… perché non sempre sarà una passeggiata.
Ecco perché, con l’aiuto di esperti nell’alimentazione dei neonati, ho pensato di creare per i neo genitori una “top five” delle cose assolutamente da sapere prima di iniziare lo svezzamento.

5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento

  1. Prestare molta attenzione alla qualità degli alimenti utilizzati nella preparazione della pappa. È consuetudine dei pediatri consigliare le mamme sui tempi e modi in cui somministrare ai lattanti i vari alimenti, e naturalmente sulla qualità dei prodotti da adoperare. Sia che decidiate di adottare il metodo “preparo tutto io in casa”, sia che invece vi affidiate anche a prodotti industriali specifici per la prima infanzia, non dimenticate mai di leggere con attenzione le etichette. “Fare tutto in casa” purtroppo non sempre è sinonimo di qualità, dipende molto dalla provenienza delle materie prime utilizzate. Quindi se non siete sicure sulla provenienza e qualità è preferibile affidarsi a prodotti certificati che vengono sottoposti a ferrei controlli di qualità dalle autorità nazionali. Ancora meglio se biologici.
    Per questo motivo vi consigliamo i prodotti della linea per lo svezzamento Humana. Una linea di babyfood biologica, pensata e studiata per le esigenze dei neonati e delle loro mamme. Humana azienda leader nella produzione di alimenti dedicati alla prima infanzia potrà diventare un fedele supporto per i neogenitori, grazie alla vasta gamma di prodotti: omogeneizzati di frutta e carne, creme e cereali, merende al latte, biscottini golosi ma sani e equilibrati.

prodotti_humana _ 5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento

Durante lo svezzamento i primi prodotti con i quali vi troverete ad avere a che fare sono sicuramente gli omogeneizzati, prima quelli di frutta e poi quelli di carne. Il neonato infatti viene avvicinato all’alimentazione complementare attraverso la frutta. Gli omogeneizzati di frutta Bio della linea Humana contengono solo gli zuccheri della frutta e sono realizzati con pochi passaggi produttivi per preservarne gusto e proprietà. Una perfetta alternativa o integrazione alla frutta fresca bio grattugiata. Il pratico vasetto richiudibile vi permetterà di portarlo sempre con voi senza preoccuparvi di avere una borsetta termica nel quale conservarloNel vasetto è inoltre contenuta una corretta dose di frutta che il piccolo può mangiare nei primi mesi dello svezzamento a fine pasto o come sano spuntino.

Sul sito trovate tutte le proposte della linea di omogeneizzati Humana Naturcare suddivisi per fascia di età.

5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento

Sempre nella stessa pagina troverete la vasta offerta di alimenti dedicati alla prima infanzia. Anche ai bambini infatti, va proposta una dieta equilibrata e varia per abituarli ai diversi gusti e sapori. Solo così impareranno ad apprezzare tutti i cibi, e il mangiare non sarà solo un “dovere”.

2) Seguire i tempi del bambino. È importante ricordarsi che lo svezzamento NON è una gara! Spesso infatti i neogenitori pensano che anticipare i tempi possa semplificare loro la vita. Ricordatevi che non bisogna iniziare lo svezzamento troppo precocemente, ma neanche ritardare troppo l’introduzione dei cibi solidi. Il vostro Pediatra di fiducia saprà indicarvi sicuramente il momento migliore anche in relazione al suo sviluppo.

3) Il metodo fai da te è sconsigliato! Meglio affidarsi ai consigli e alle indicazioni del pediatra o comunque di professionisti nel mondo dell’alimentazione in età pediatrica. E’ vero che nessuno come la mamma e il papà conoscono i propri figli, ma a volte è preferibile confrontarsi e chiedere aiuto agli esperti nel settore.

4) Non eccedere con le proteine. Probabilmente la maggior parte delle mamme delle ultime generazioni è cresciuta con l’idea che le proteine non sono mai abbastanza e che una bella fettina di carne per il bambino è “tutta salute”. Al contrario di quanto tramandato nelle “credenze popolari”, una dieta iperproteica per i neonati è assolutamente sconsigliata. Esistono molti studi che evidenziano una relazione tra una dieta ricca di proteine e rischio di obesità infantile. Quindi verificate sempre che le pappe siano ben bilanciate. Se cercate una soluzione di qualità e garantita affidatevi agli omogeneizzati di carne Humana, con carne proveniente solo da allevamenti biologici italiani e tedeschi e SENZA sale aggiunto. Seguendo sempre i consigli del pediatra potrete cominciare con mezzo barattolino per poi pian piano passare all’intero vasetto.

5) Avere tanta tanta pazienza. Ogni bambino e ogni genitore affronta lo svezzamento a proprio modo e con i propri tempi. Come dicevamo non deve essere una gara né tanto meno una forzatura. Capiterà sicuramente che il vostro piccolo avrà preferenze per uno o per un altro alimento, l’importante è che non assecondiate troppo questi desideri a scapito della varietà della dieta. Se invece rifiuta un alimento non perdetevi d’animo, provate a riproporglielo a distanza di giorni o nelle settimane successive, è probabile che con il tempo impari ad apprezzarlo. Soprattutto nel primo periodo il lattante dovrà imparare a familiarizzare con il cucchiaino e con una forma di alimentazione completamente diversa dal latte. Dategli tempo e non perdete la pazienza… pian piano tutto andrà nel migliore dei modi.

5 cose da sapere prima di iniziare lo svezzamento _ bambina con omogeneizzati Humana

Come riciclare i barattolini degli omogeneizzati

Dopo aver parlato di omogeneizzati Humana e sicuramente se siete delle mamme un po’ “green” vi sarete chieste cosa fare di tutti quei barattoli di vetro che consumerete nel tempo. Ecco per voi un’ottima idea di riciclo creativo per i vasetti di omogeneizzati; un video che vi insegnerà come dare nuova vita a questi barattolini, trasformandoli in simpatici “conserva-tesori”.

Questo bellissimo tutorial è stato realizzato dalla brava Doria Vannozzi del blog Unideanellemani.

 

#IlRitmoDiCrescita #HumanaNaturCARE

Articolo realizzato in collaborazione con Humana Italia.

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/