La corda per saltare

Qualche di tempo fa, ho dovuto fare da baby sitter alla bambina di una mia cara amica. Non sono molto brava con i bambini, anche se li adoro, ma voglio molto bene alla mia amica e non volevo dirle di no. Il giorno prima, ho pensato a qualcosa di divertente per tenerla impegnata, così, ho fatto un salto in cartoleria e ho comprato una serie di pennarelli colorati e fogli bianchi per fare un bel disegno. Ho preparato anche una ciotola di biscotti e caramelle: i bambini sono molto golosi (io, almeno, lo ero tanto!). Ho confidato anche nel potere dei cartoni animati della tv satellitare…

in onda 24 ore su 24, e devo dire che almeno all’inizio, sono riuscita a tenerla a bada. Ma, ahimè, dopo 4 disegni multicolor e 2 cartoni animati… la noia ha preso il sopravvento! Non ho giocattoli in casa o libri di favole perché non ho bambini: che fare?! Ad un certo punto ho avuto un’idea geniale: in soffitta conservo ancora una serie di scatoloni pieni di vecchi giocattoli e bambolotti sopravvissuti alla mia infanzia, ho pensato di salire insieme a lei sperando di entusiasmarla e risvegliare la sua fantasia.

Una volta aperti gli scatoloni, ho avuto un tuffo al cuore e, con mia grande sorpresa, ho visto negli occhi della bimba una gioia inaspettata! Sinceramente, non avrei mai pensato che una bambina di oggi avrebbe trovato divertenti i miei vecchi giochi, soprattutto quelli più semplici!

Per esempio, la corda per saltare, ricordate? Bene, la bambina non l’aveva mai vista, e non sapeva neanche come usarla. Così, mi sono ritrovata a saltare proprio come facevo da piccola e mi sono ritrovata un po’ bambina! Anche lei si è messa a saltare allegramente e si è divertita davvero tantissimo. Il suo sorriso gioioso mi ha aperto il cuore!

Provate anche voi e trascorrerete un momento unico e indimenticabile insieme ai vostri bambini scoprendo che il divertimento è fatto anche di giochi semplici e antichi.