Ninnananna rock

bambini-e-musica

L’esperienza musicale per un bimbo è qualcosa che parte ancora dalla pancia della mamma, dove ascolta i rumori, i fruscii, gli schricchiolii del corpo materno e viene cullato dal ritmo cadenzato del respiro e del cuore (da qui il famoso verso “shh shh” consigliato da Tracy hogg come suono calmante per i neonati).

Poi si passa alle ninnenanne, dove il canto materno svolge una funzione relazionale, emotiva ed anche cognitiva, dato che pare che la ninnananna serva anche al bambino per sviluppare il linguaggio. La filastrocca, la canzoncina, la ninnananna svolgono sopratutto un’azione calmante, sia per il piccolo che per la madre, contribuendo a rafforzare il legame e l’attaccamento tra la mamma e il bambino.

E se le ninnenanne non sono abbastanza? Pare ormai assodato che l’ascolto della musica (sopratutto la classica) abbia sui bambini un effetto particolarmente benefico, per divertirsi, rilassarsi, sviluppare l’immaginazione, la creatività e le relazioni con gli altri.

Ma se la musica classica vi annoia e sognate che vostro figlio diventi una rockstar? Che fare?

C’è chi ci ha già pensato prima di voi, in UK, dove l’offerta per bambini è avanti anni luce rispetto all’Italia, c’è un’intera collezione di CD rivisitati in versione ninnananna di tutti i maggiori gruppi rock, si va dagli U2 ai Queen, passando anche per Metallica ed ACDC.

Impossibile? Valutate voi, sul sito c’è anche la possibilità di ascoltare brevi passi di tutti i brani…la collana si chiama Rockabye baby!, vi resta solo da scegliere con cosa iniziare…

Postato in: Nanna

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/