Notti insonni? Dormire poco rende troppo ottimisti?

Essere genitori si sa comporta di solito ore di sonno in meno! Se i bambini sono piccoli è naturale che sia così finchè non raggiungono il loro equilibrio con il sonno, quando poi diventano adolescenti, bhè dormire poco la notte, al pensiero di saperli in giro chissà dove … è più che normale! E secondo alcuni ricercatori americani, se si dorme troppo poco si rischio di diventare “esageratamente” ottimisti! (Che vorrà dire poi?)

Essere ottimisti penso sia una delle qualità migliori in una persona, ti porta a vedere il mondo con positività e a buttarti in qualsiasi situazione senza pensarci troppo. Ecco forse questo è l’aspetto messo in questione da un nuovo studio pubblicato su Neuroscience, infatti sembra che dormire troppo poco porterebbe a non vedere più le cose per quelle che realmente sono e quindi a buttarsi nelle situazioni, anche le più rischiose, senza pensarci due volte.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno effettuato una risonanza magnetica per capire cosa realmente accadeva nel cervello delle persone che non avevano dormito le notti precedenti per poi confrontarla con quella di chi invece aveva avuto un sonno ristoratore ed hanno constatato che chi soffriva di insonnia aveva maggiore attività nelle aree cerebrali deputate alla valutazione degli eventi positivi e una minore attività in quelle che elaborano gli eventi come negativi.

I ricercatori dichiarano: “Sembra che si venga a creare un pregiudizio ottimistico. Per esempio, i partecipanti si comportano come se le conseguenze positive siano più probabili (o di maggior valore) e come se le conseguenze negative siano meno probabili (o meno nocive)”. E secondo il coordinatore dello studio, Vinod Venkatraman la soluzione per evitare di compiere azioni “azzardate” senza pensarci troppo su presi dall’ottimismo è quella di dormire più ore….. “Come se fosse facile!!!” – dico io! 😉

[nggallery id=176]

Immagini:
benessere.atuttonet.it
ladomenicadivicenza.it
cartoonstock.com

Notti insonni? Dormire poco rende troppo ottimisti?

Essere genitori si sa comporta di solito ore di sonno in meno! Se i bambini sono piccoli è naturale che sia così finchè non raggiungono il loro equilibrio con il sonno, quando poi diventano adolescenti, bhè dormire poco la notte, al pensiero di saperli in giro chissà dove … è più che normale! E secondo alcuni ricercatori americani, se si dorme troppo poco si rischio di diventare “esageratamente” ottimisti! (Che vorrà dire poi?)

Essere ottimisti penso sia una delle qualità migliori in una persona, ti porta a vedere il mondo con positività e a buttarti in qualsiasi situazione senza pensarci troppo. Ecco forse questo è l’aspetto messo in questione da un nuovo studio pubblicato su Neuroscience, infatti sembra che dormire troppo poco porterebbe a non vedere più le cose per quelle che realmente sono e quindi a buttarsi nelle situazioni, anche le più rischiose, senza pensarci due volte.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno effettuato una risonanza magnetica per capire cosa realmente accadeva nel cervello delle persone che non avevano dormito le notti precedenti per poi confrontarla con quella di chi invece aveva avuto un sonno ristoratore ed hanno constatato che chi soffriva di insonnia aveva maggiore attività nelle aree cerebrali deputate alla valutazione degli eventi positivi e una minore attività in quelle che elaborano gli eventi come negativi.

I ricercatori dichiarano: “Sembra che si venga a creare un pregiudizio ottimistico. Per esempio, i partecipanti si comportano come se le conseguenze positive siano più probabili (o di maggior valore) e come se le conseguenze negative siano meno probabili (o meno nocive)”. E secondo il coordinatore dello studio, Vinod Venkatraman la soluzione per evitare di compiere azioni “azzardate” senza pensarci troppo su presi dall’ottimismo è quella di dormire più ore.

Immagini:
benessere.atuttonet.it
ladomenicadivicenza.it
cartoonstock.com

Postato in: Nanna

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/