E’ da anni che faccio il pane in casa. Mi piace cucinare, sperimentare nuove ricette e da quando ho provato ad impastare la pasta del pane, per altro molto semplice, non riesco a farne a meno. Rispetto a ricette molto più elaborate, a me personalmente dà una grandissima soddisfazione mangiare un panino appena sfornato, dopo aver sentito l’aroma e la fragranza spandersi nella casa. Generalmente, smetto soltanto nel periodo estivo, fa troppo caldo per accendere il forno! L’anno scorso ho fatto una lunga pausa: tra la gravidanza, l’estate e poi la nascita del bimbo sono trascorsi diversi mesi senza fare il pane. L’altro giorno finalmente ho ripreso! Voglio darvi la ricetta per condividere questo piacere!

Ultimamente faccio sempre i panini arabi, con un cubetto di lievito ne vengono circa 30.

Ecco gli ingredienti:
Un cubetto di lievito di birra (25 gr) farina q.b. (io utilizzo in parte la 00 in parte la manitoba, una qualità più indicata per il pane, che si trova comunque al supermercato)
Sale
zucchero

E questo è il procedimento: sciolgo il lievito in 800 ml di acqua tiepida, aggiungo un cucchiaino di zucchero, 3 di sale e mescolando aggiungo la farina, finché ottengo una certa consistenza. Lavoro la pasta per circa 5/10 minuti, sbattendola anche nel recipiente, il risultato deve essere  un grosso ammasso elastico, morbido,  leggermente appiccicoso.

Con un coltello faccio una croce sull’impasto e copro con un panno umido. In genere, dopo circa un paio d’ore l’impasto sarà cresciuto a sufficienza. Scaldo il forno a 240°, preparo dei piccoli dischi di pasta (ne strappo un pugno e lo schiaccio con la mano) e ne dispongo nove per volta sulla leccarda ricoperta con la carta forno. Una volta infornati dopo 8/9 minuti sono pronti.

Procedo poi con le infornate di panini, altrimenti, conservo in frigorifero la pasta rimasta, sempre ricoperta con un canovaccio umido, di modo che non si secchi. Eventualmente l’impasto può anche essere utilizzato come base per pizza o focaccia.

Mi piace l’idea che il piccino crescendo possa sempre ricollegare l’odore del pane appena fatto alla sua casa, alla sua infanzia, al suo nido. Sarò matta a pensare a fare il pane con un bimbo di 2 mesi? Non credo… in fondo ci vogliono solo 10 minuti per impastare e una volta che la pasta  è lievitata, 2 minuti per fare i panini! Se poi avete bimbi più grandi fatevi aiutare, ne saranno entusiasti!

Qualcuna di voi ha provato?