Sulla neve col bebè: 8 cose da sapere

bambino sulla neve

La neve quest’anno non manca. Avete deciso di prendervi qualche giorno di vacanza da passare in montagna coi vostri bimbi e vi state chiedendo se i neonati hanno bisogno di qualcosa in particolare? Ecco 10 cose da sapere per passare delle vacanze sulla neve serene insieme ai nostri bimbi.

Come organizzare una vacanza sulla neve con i neonati

Dove andare?

Fino a che altezza possono andare i piccolini? L’altitudine non fa male ai bimbi. I pediatri sono tutti concordi nel dire che i bambini da 0 mesi ai 2 anni  possono soggiornare ad altitudini entro i 2000 metri. 

LEGGI ANCHE: a quale altitudine portare in montagna i bambini 

Hotel o casa?

Scegliere per pochi giorni l’hotel ha i suoi vantaggi, che non è difficile intuire: non dovrete fare nulla se non pensare a rilassarvi. Pasti pronti e camera pulita sono un bel sollievo e un sicuro aiuto a godersi a pieno la vacanza. Se optate per la formula hotel, provate a cercare nei circuiti dei family hotel presenti in numerose stazioni sciistiche.

Se invece amate avere più libertà di movimento, e le vacanze in albergo vi sembrano troppo costrittive come orari e come spazi, provate ad affittare una casa. Sono tantissime le tipologie di appartamenti che potete visionare, scegliere e prenotare direttamente dal PC. E in alcuni casi vi troverete davvero in posti meravigliosi e in case da sogno!

Cosa portare?

Cosa portare dipende da quale vacanza decidete di fare, se in hotel o in casa. In generale, però, oltre alla culla che richiederete quando prenoterete, ecco di cosa avrete bisogno.

  • vestiti per stare all’aperto anche con basse temperature
  • tutto ciò che occorre per i suoi pasti
  • tutti ciò che occorre per i cambi
  • termometro
  • un piccolo kit di medicine (chiedete consiglio al pediatra)
  • creme solari
  • creme idratanti e burro cacao
  • giochi per la neve
  • occhiali da sole
  • documenti del bebè, compresa la tessera sanitaria e quella delle vaccinazioni

bambino sulla neve con passeggino

Come vestire il bebè quando va sulla neve?

Ecco il primo vero dubbio riguardante le vacanze sulla neve con il bebè. Come vestirlo?

Se il piccolo non si muove dalla carrozzina o dal passeggino, vestitelo normalmente, infilatelo nel tutone e / o nel sacco copri passeggino (se pensate di toglierlo dal passeggino, preferite il tutone) ed eventualmente aggiungete un’altra coperta o la copertura in plastica se va davvero tanto freddo, nevica o tira vento. Non dimenticate cappellino caldo, che copra le orecchie, guantini e qualcosa che tenga caldi i piedini.

Se il piccolo si muove già, dovrete procurarvi un abbigliamento che sia adatto a stare (e giocare) sulla neve  e al freddo per tanto tempo. Il bimbo dovrà essere ben coperto, caldo, ma anche comodo. Ecco cosa si usa di solito:

  • maglia termica
  • pile o micropile
  • calzamaglia
  • tuta imbottita
  • cappellino
  • scaldacollo
  • guanti per la neve
  • scarponcini per la neve

Cercate di acquistare prodotti di qualità che siano il più possibile impermeabili, soprattutto per quanto riguarda gli scarponcini e i guanti. Il bimbo potrebbe bagnarsi mentre gioca.

Per essere sicuri, portate almeno un cambio di ciò che indosserà sotto la tuta imbottita (avere una tuta imbottita in più non sarebbe male) e un paio di guanti in più. Arrivare a casa bagnati dopo i giochi sulla neve è facile, ma se non si ha un cambio si rischia di dover stare in casa ad aspettare che tutto si asciughi.

Quando uscire?

I bambini piccoli possono uscire anche se fa molto freddo? Se ben coperti, sì. Nei limiti del buon senso. Cercate di evitare le ore più fredde, quelle alla mattina presto e quelle in cui è tramontato il sole e di evitare i frequenti sbalzi di temperatura.

Per quanto tempo stare fuori?

Anche in questo caso non ci sono regole precise. Tutto dipende dalla temperatura, dal tempo, dai ritmi dei vostri bimbi. I miei figli hanno sempre dormito molto bene in passeggino e durante la settimana bianca, siamo rimasti a giocare con la neve anche tutto il giorno, dalla mattina al tramonto. L’ho fatto anche quando avevo la bimba grande che giocava e il piccolo che se ne stava sul passeggino a dormire. Tenete d’occhio i vostri bimbi, se sono stanchi e nervosi, se si lamentano, fate una pausa e tornate al caldo.

Come organizzarsi per uscire?

Tenete conto che in montagna i tempi di preparazione di piccoli e grandi sono dilatati. Per evitare di uscire tardi, o di dimenticare qualche pezzo, è bene organizzarsi prima la sera. Preparate prima tutto ciò che occorre per la giornata sulla neve, dalla calzamaglia agli occhiali da sole.

Cosa fare sulla neve con i bebè?

Sono tantissime le cose che si possono fare sulla neve. Provate a portare con voi paletta e secchiello e vedrete che il bebè si divertirà a giocare esattamente come in spiaggia. Potreste costruire pupazzi di neve, scivolare giù da piccole discese, fare una passeggiata alla ricerca di impronte, tuffarvi insieme ai vostri bimbi nella neve fresca.

LEGGI ANCHE: quando iniziare a sciare 

 

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/