Da 4 settembre 2017 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

Ricomincia la scuola, i benefici dei probiotici per i bambini

Yakult probiotici bambini

Ci siamo. È già iniziato l’asilo e tra poco riprenderanno anche la scuola e le attività pomeridiane. C’è chi sta pensando a colazioni e merende che possano accompagnare i bimbi in questi mesi di lavoro e di fatica. Oggi vi spieghiamo perchè i probiotici possono essere un ottimo accompagnamento alla merenda o alla colazione e quali sono i vantaggi che apportano all’organismo.

Durante un interessante evento organizzato da Yakult presso il Museo della scienza e della tecnica di Milano,  noi e i nostri bambini abbiamo fatto conoscenza con gli alimenti fermentati e con i probiotici in particolare.

probiotici bambini laboratorio museo scienza tecnica

Probiotici: cosa sono e perché fanno bene?

I probiotici sono latti fermentati che contengono batteri fisiologici, i microorganismi presenti nel nostro intestino.

Perché fanno bene? Perché i probiotici arrivano inalterati all’intestino e sono pronti a colonizzarlo, contribuendo a rendere ricca la flora intestinale e a difendere la mucosa intestinale da elementi patogeni.

I probiotici, quindi, contribuiscono al benessere dell’intestino e dalla flora intestinale e tutto ciò si ripercuote sull’intero organismo, sia a livello di difese immunitarie, sia a livello psichico. Avere l’intestino in buona salute e in buona funzionalità ci permette anche di essere più sereni, questo è ciò che emerge da recenti ricerche scientifiche.

Che cosa distingue Yakult dagli altri latti fermentati?

probiotici Yakult bambini

Durante l’evento abbiamo anche scoperto la storia di Yakult e la sua particolarità, ovvero ciò che lo distingue dagli altri latti fermentati. Yakult ha una storia molto lunga, che risale al 1935, anno in cui il dottor Minoru Shirota, microbiologo della facoltà di medicina di Kyoto, rese disponibile al commercio un lactobacillo particolare, al quale venne dato il suo nome.

Il Lactobacillus casei Shirota è il risultato di anni di ricerche del microbiologo giapponese, che riuscì a isolare, selezionare e coltivare un bacillo che potesse essere talmente resistente ai succhi gastrici da arrivare integro nell’intestino. La bevanda di latte fermentato venne chiamata Yakult (in esperanto significa yogurt) e diffusa capillarmente prima in Giappone, poi in tutto il mondo.

La particolarità di Yakult rispetto agli altri probiotici è legata proprio a questo lactobacillo. In una bottiglietta sono contenuti 6,5 miliardi di Lactobacillus casei shirota. Solo quello e non altri. Yakult, inoltre, è rimasto lo stesso da più di 80 anni: stesso lactobacillo, stessa formula. Ora c’è solo la versione light, che ha il 68% in meno di zuccheri perchè dolcificato con la stevia.

I bambini possono prendere i probiotici?

Assolutamente sì. I probiotici possono essere assunti dai bambini quando cominciano ad avere una dieta diversificata. I probiotici possono quindi far parte della colazione o della merenda dei nostri bimbi alle prese con il rientro a scuola e con le numerose attività pomeridiane. Sono adatti a tutti, con esclusione, ovviamente di chi è allergico alle proteine del latte vaccino.

Scrivi un commento

I dati che ti chiediamo di inserire nel form ci servono per identificarti e poter rispondere al tuo messaggio. Compilando i dati e inviando il form, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che verranno trattati in modo conforme a quanto definisce il Regolamento UE 2016/679. Trovi l’indicazione del Titolare del trattamento e l’informativa completa a questo indirizzo: www.blogmamma.it/policy-sui-cookies/